Pubblicità

disorientamento identità sessuale (44464)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 247 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gessy, 50anni (12.10.2001)

.. Vi ho già scritto e molto garbatamente ho avuto una risposta in merito alla mia storia (vedi n. di riferimento 42561).Vi ringrazio per la sollecitazione ( che può anche scaturire dal buon senso comune) a lasciar perdere sia lui che lei;tuttavia avrei desiderato un commento più specifico innanzitutto sulla personalità della moglie( è stata in cura dal neurologo-sereupin+control);cioè come si può a 40 anni,marito e due figli,considerare normale essere attratti dall'ex amante del marito che qualche mese prima avrebbe voluto uccidere con le proprie mani(aveva pensato di farlo sul serio).Vorrei anche sapere perchè io stessa non ho respinto questa ulteriore pessima esperienza;perchè sono così debole di carattere?perchè sono così bisognosa di affetto,da prendermelo da qualsiasi parte possa venire?Sono convinta che avrò la capacità di tagliare completamente i ponti solo quando potrò capire esattamente le ragioni di quanto mi è accaduto.Vi ringrazio per la disponibilità che,ne sono certa,dimostrerete ancora una volta.
Gessy

Non è possibile approfondire ulteriormente le sue motivazioni con una consulenza via computer. Se vuole capire le ragioni di quella che lei definisce la sua debolezza, le suggerisco di intraprendere una psicoterapia che potrà aiutarla a scoprire le componenti consce ed inconsce del suo atteggiamento.
Per adesso le ribadisco il suggerimento già dato e le consiglio di non interrogarsi sulle motivazioni e sulle patologie dell'altra, perchè sono destinati a restare senza risposta anche da parte nostra in quanto non possiano dedurre una situazione clinica solo per interposta persona e senza che la diretta interessata esponga il suo punto di vista.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

News Letters

0
condivisioni