Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi sessuali (054080)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 33 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Mario, 28 anni, 13/11/2002

Salve, il mio problema e' un disturbo di natura sessuale che ormai mi angoscia insopportabilmente. Vado spesso su internet e mi masturbo contattando in varie chat "di abbordo" uomini con cui interpretiamo i ruoli di figlio (io) che tiene un rapporto orale col padre (l'altro). E'una specie di ossessione, ogni volta mi dico: non lo faro' piu'. E ci ricasco sempre. Non so piu' che fare, penso di essere gravemente malato. Ho una splendida relazione con un ragazzo che adoro ma mi vergogno infinitamente a parlargliene, per cui non glielo diro' mai. Credo che l'unica soluzione e' andare a fare una psicoterapia analitica, ma ci vorra' del tempo per la ricerca del terapeuta con cui possa sentirmi a mio agio. Intanto mi potreste se la psicoterapia analitica e' indicata? Sono malato? Che tipo di origine puo' avere questa fantasia sessuale e perche' mi trovo incatenato da questa ossessione chattando su internet? Grazie, grazie davvero.

Caro Mario, la psicoterapia psicoanalitica va benissimo, e non è poi così difficile trovare chi ti possa seguire bene; devi solo attivarti nella ricerca. Direi che sei disturbato, non "malato"; infatti il problema sta forse nel fatto che tu stia così male, più che in questa mania in sè e per sè. Le fantasie sessuali hanno ragioni remote e sono legate ad episodi infantili, di cui l'atto ossessivo attuale diventa l'espressione ultima, nonchè sintomatica di un profondo stato di disagio. E' proprio forse su questo disagio che dovrai lavorare e sulla sua origine, se hai trai tuoi desideri il raggiungimento di una serenità continuativa e di un buon equilibrio.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

Ecoprassia

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia). L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti ...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni