Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Disturbi sessuali (153387)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 23 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Eleonora, 34

Salve,
la mia storia è abbastanza complessa: ho alle mie spalle una lunga malattia neurologica di cui, sebbene sembri avvenuta la guarigione, mi porto dietro un bagaglio di difficoltà (esistenziali, relazionali e sociali, inserimento lavorativo,ecc.).
Prima della malattia, giunta in età puberale, ho avuto una bellissima infanzia, molto libera e progressista... forse anche troppo. Da allora, proprio per questa per me eccessiva apertura mi sentivo una diversa con forse i suoi primi sensi di colpa.
Ritornando ora alla malattia, insomma.. la vita è stata dura anche se con tanti ritardi e tanti travagli, son riuscita a fare una vita pressoché "normale" sopratutto dai vent'anni in poi. Dico pressoché normale perché tra le varie difficoltà mi sono anche resa conto di avere difficoltà nelle relazioni con gli uomini.
L'attrazione fisica spesso scompare velocemente, così che di ogni desiderio e quindi piacere non c'è manco l'ombra o quasi. Perdo ogni naturalezza e l'inibizone mi fa sentire un po' come una bambina impacciata. Mi sembra di essere completamente insensibile, fisicamente e e sentimentalmente. Questo è molto avvilente e aumenta i miei sensi di colpa. Giusto saltuariamente mi sembra di essere sempre viva in fondo in fondo... così come mi son sentita viva subito dopo la guarigione. Ricordo anche allora tra le varie cose una maggiore carica sessuale.
Ora quella vitalità, forse eccessiva in certi momenti, si è molto assopita. Forse per certi versi è meglio così, ma rimane il problema relazionale e sessuale. Può essere anche un problema fisiologico?
Prendo ancora un farmaco, carbamazepina, e dimenticavo.. .mi hanno operato nella zona lobo-temprale: l'amigdala esattamente. Comunque i problemi ci son sempre stati, sia prima che dopo l'intervento.

Cara Eleonora,
dalle tue esperienze non si capisce se hai avuto rapporti sessuali o se neppure una relazione di coppia.
Dal racconto si evince la mancanza di desiderio il che legato al primo concetto come si può elaborare un progetto di terapia se non sappiamo come vivi la tua sessualità.
Altra domanda: oltre ai farmaci hai fatto una terapia psicoterapeutica?
Consiglio, prima di tirare le conclusioni di consultare uno psicoterapeuta sessuologo che potrà aiutarti nel trovare la giusta strada ai quesiti posti.
Auguri

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 04/06/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che fare? (1520934157214)

Roberta, 26     Buongiorno, sto insieme al mio ragazzo da 5 anni e dopo alcuni alti e bassi, circa 6 mesi fa abbiamo deciso di provare a vivere i...

Amore non corrisposto (152165…

very, 19     Salve, le scrivo perchè non riesco a liberarmi di una persona... ...

Senso di vuoto (1521458836682)

Cristina, 16     Buongiorno. Sono una ragazza curiosa, tranquilla, un po' sognante, mi dicono matura per la mia età e non sono proprio la person...

Area Professionale

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

La misura del cambiamento in p…

Il Test semiproiettivo I.Co.S. (Indice del Confine del Sé), in quanto strumento capace di rilevare efficacemente e dettagliatamente lo stile di gestione delle r...

La Psicoterapia Psicodinamica…

La prestigiosa rivista “The American Journal of Psychiatry” ha pubblicato nuovi dati meta-analitici che confermano come l'efficacia della psicoterapia psicodina...

Le parole della Psicologia

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

News Letters

0
condivisioni