Pubblicità

disturbi sessuali (43988)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 173 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonima (1.10.2001)

Vorrei un vs. consiglio su un problema che mi assilla da un pò. Da quando conosco il mio ragazzo (ormai da 5 anni) abbiamo dei problemi nel fare l'amore. Questo perchè lui ha dei problemi ad avere un'erezione adeguata. Abbiamo provato a rivolgerci ad una psicologa ma purtroppo dopo un anno di sedute non è cambiato nulla. Dopo si è rivolto ad un andrologo il quale ha consigliato il Viagra per un periodo. durante questo periodo è andata abbastanza bene ma una volta terminate le pillole la situazione è tornata quella di prima. Io vorrei aiutarlo ma non so come. Mi date un consiglio?
Grazie

La diagnosi e il trattamento delle patologie sessuali sono competenza specifica del sessuolo se a carattere prevalentemente psicologogico, sono di competenza dell'andrologo se la causa è prevalentemente organica. Dal momento che l' andrologo è stato già consultato vi suggerisco di rivolgervi ad un sessuolo che, dopo un'attenta indagine del caso e una giusta diagnosi, vi indicherà quale tipo di trattamento intraprendere. Può darsi che ritenga necessario, prima di ogni altra cosa, fare ulteriori indagini sul versante fisico per poter escludere con certezza l'organicità del problema, questo dipenderà anche da come ha operato il precedente andrologo e in base a quale diagnosi ha prescritto il Viagra.
E' importante che il tuo ragazzo impari, se ci sono, a prestare attenzione all'erezioni spontanee mattutine. Deve essere in grado di riferire, sempre se riscontrate, la frequenza, la durata e la rigidità del pene, piccoli dettagli che possono essere di grande aiuto per lo specialista.
Auguri

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita ps...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

News Letters

0
condivisioni