Pubblicità

Disturbi sessuali del partner (005127)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gloria, 24 anni

Buongiorno, da circa un anno io ed il mio partner non abbiamo più rapporti sessuali. Lui mi vuole bene e io sto bene con lui anche se questa situazione è dura da portare avanti e da "digerire". Abbiamo parlato a lungo e da quello che sono riuscita a capire (perchè non è una persona che si apre facilmente) fare sesso lo mette a disagio e l'imbarazzo che prova gli diminuisce il desiderio sessuale. Per me questo è un problema grave anche perchè lui soffre di varie paure come quella della morte e della malattia e perchè io ho bisogno di fare l'amore con lui per sentirmi veramente amata e appagata. Ieri sera abbiamo parlato a lungo e credo di aver capito che la sua vita sessuale prima del mio arrivo era solamente una routine e forse con me ha conosciuto un altro tipo di sesso, sesso vero accompagnato dall'amore, non routine, sesso senza tabù e libero in ogni sua forma.
M a è sempre andato tutto bene, anzi lui sa benissimo che fare l'amore con lui per me era la cosa più bella e lui mi ha sempre dimostrato che anche per lui era così. Non capisco da cosa possa derivare questo suo blocco anche perchè si sente in imbarazzo e prova un pò di fasitdio solo se provo a toccarlo. Stiamo vivendo molto male e per me, che considero il sesso una cosa fondamentale all'interno di una coppia che si ama, la situazione sta diventanto insopportabile e quello che più mi fa male è che il fatto che lui non voglia rivolgersi a nessun specialista e quasi sembra che non sia interessato a risolvere questo grande problema.

Gentile Gloria, da quanto capisco lei ed il suo compagno avete problemi rispetto al sesso da circa un anno, ma lui non ha mai avuto una sessualità serena. Il fatto che siate riusciti ad avere una buona sessualità per un certo periodo mi fa pensare che sia successo qualcosa, tra di voi, o al suo compagno, che ha causato questo blocco, o lo ha riportato alla luce. Può darsi che il suo compagno sia una persona tendenzialmente ansiosa (il che rende più complicato l'approccio con il sesso, ma non certo impossibile), o che abbia avuto un'educazione molto punitiva rispetto al sesso. Di solito chi si vive male questa sfera così importante è stato in un certo qual modo "condizionato" a viverla male.
Sinceramente mi riesce piuttosto difficile capire per quale motivo lui non voglia rivolgersi ad uno specialista, dato che mi sembra l'unico modo efficace di affrontare il problema. Potrebbe provare a proporgli una terapia di coppia, in questo modo lui non si sentirebbe l'unico responsabile della situazione, e lei si sentirebbe coinvolta in un processo di conoscenza e cura che sicuramente vi farebbe molto bene. Auguri.

( risponde la dott.ssa Serena Leone )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

Bossing

Il bossing o job-bossing è definibile come una forma di mobbing "dall'alto" ossia attuato non da colleghi di lavoro (o compagni di scuola, di squadra s...

News Letters

0
condivisioni