Pubblicità

Dubbio su rapporto anale (109073)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 38 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anastasia 37

Ho un grosso problema, che sta mettendo in crisi il mio matrimonio. Sono o ero, non lo so più, felicemente sposata. Mio marito, più o meno dopo due anni di matrimonio, inizia a chiedermi di avere un rapporto anale. Io mi rifiuto. La cosa continua ed io non riesco ad accettarlo. La mia domanda è questa: è normale questo tipo di rapporto? Porta delle complicanze nel corpo della donna? Il muscolo sotto questione subisce dei danni? Vi prego aiutatemi. Anastasia.

Cara Anastasia, il rapporto anale se avviene tra persone consenzienti fa parte delle pratiche sessuali che una coppia può mettere in atto. Le donne generalmente non hanno simpatia per questa pratica, gli uomini, al contrario, la trovano molto eccitante in quanto la muscolatura anale consente una stimolazione molto intensa. Per la donna non è altrettanto piacevole, infatti, sono poche le donne che lo praticano con soddisfazione. Il coito anale non produce danni fisici, ma se da parte tua oltre a questo tipo di paura esiste anche un blocco psicologico difficilmente riuscirai a rilassare la muscolatura anale tanto da consentire la penetrazione in modo indolore. La cosa migliore sarebbe di spiegare a tuo marito le tue difficoltà così da trovare insieme un approccio soft che ti consenta di superare i tuoi timori. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 21/10/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

News Letters

0
condivisioni