Pubblicità

Eiaculazione precoce (131255)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Simone 22

Circa 3 anni fa mi lasciai con la mia attuale fidanzata e nel periodo in cui ero single..ho avuto rapporti con una ragazza. Dopo 2 mesi mi sono rimesso con la mia ex e da allora siamo rimasti insieme. Il problema è che il piu delle volte,durante un rapporto soffro di eiaculazione precoce ma premetto che prima che ci lasciassimo non c'era problema e che con quella ragazza avevo rapporti frequenti,non protetti senza manifestazione del problema. Da quando sono torno con la mia ex invece il problema c'è. Potrebbe essere legato a qualche problema che ho con lei nel mio subconscio? Ci lasciammo davvero male...rimasi molto deluso.cosa devo fare per capire se dipenda da questo? Grazie per una eventuale risposta.

Caro Simone, l'eiaculazione precoce è il frutto di ansie che si sono formate per motivazioni emotive e psicologiche procurate per motivazioni da scoprire. Il ritorno con la ragazza può aver scatenato dei sensi di colpa e quindi procurando ansie. Come consiglio ti posso dire di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo in coppia poichè necessita capire cosa avviene durante i rapporti. Con determinate tecniche il risultato positivo raggiunge oltre il 95%. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli )

Pubblicato in data 27/02/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessulogia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

News Letters

0
condivisioni