Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

eiaculazione precoce (46747)

on . Postato in Sessualità | Letto 167 volte

Mario, 41anni (27.12.2001)

Sono un impiegato pubblico e vivo con mia madre disabile e con una signora, sparata, che le presta assistenza e svolge mansioni da casalinga. Poco dopo il suo arrivo a casa ha dimostrato interesse per me fino al punto che siamo arrivati ad avere rapporti sessuali, per mio volere, senza penetrazione, la mia scelta è dovuta al fatto che l'eiaculazione precoce non mi permette di effettuarla. Questo problema, che si è accentuato molto con questa persona, è stato presente anche in precedenti relazioni. Il fatto è che raggiungo l'erezione solo quando sono molto eccitato e se cerco di diminuire le stimolazioni la perdo quasi immediatamente (se provo con la pressione sotto il glande, tecnica vista in una videocassetta e riportata spesso in testi specifici, è peggio). Inoltre dopo che è avvenuta l'eiaculazione non riesco ad avere nuove erezioni per almeno due ore e comunque, con quest'ultima donna, provo una repulsione verso le attività sessuali per almeno un paio di giorni. Inutile dire che questa situazione mi condiziona enormemente nei rapporti con l'altro sesso, infatti evito di approfondire le amicizie a meno che non sia costretto.
Ringrazio infinitamente per l'attenzione.

Caro Mario l'eiaculazione precoce può essere trattata e risolta con una terapia sessuale. Ti consiglio di seguirla perché questo disturbo nella casistica ha una buona prognosi. La compressione che metti in atto durante il rapporto è una delle tecniche utilizzate nella suddetta terapia, assume significato se inserita in un contesto strutturato dove l'esperto, in questo caso il sessuologo, decide come e quando utilizzarla. Il fai da te, in questo caso, può avere effetti negativi e peggiorativi in quanto il mancato successo può provocare nel soggetto un ulteriore aumento dell'ansia che sostiene il sintomo.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

News Letters