Pubblicità

Eiaculazione precoce ad un anno dalla nascita del figlio (113427)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 49 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Jacopo 38

Nostro figlio è nato praticamente un anno fa, tramite parto naturale. La gravidanza è stata complessa, una gravidanza a rischio, motivo per cui io e mia moglie non abbiamo avuto rapporti sessuali per tutta la gravidanza. Durante il parto le è stata praticata una episiotomia piuttosto ampia, il che ha impedito per un bel pò di mesi di avere rapporti, in pratica sino a estate 2007 (mio figlio è nato a dicembre 2006). Ad agosto abbiamo provato qualche volta ad avere rapporti, con qualche difficoltà, da parte di lei, per il dolore, ma senza problemi da parte mia. A settembre mia moglie ha ricominciato a lavorare e la possibilità e la frequenza -sia per lo stress da lavoro, sia per la stanchezza, sia perchè le opportunità di avere attimi di intimità, con il figlio, si erano ridotte- dei nostri rapporti è ulteriormente diminuita, forse una o due volte in un mese. Se non che da ottobre/novembre, ho iniziato ad avere problemi di eiaculazione precoce. Estremamente precoce, al punto da raggiungere l'eiaculazione anche senza la penetrazione. La frequenza dei nostri 'tentativi' di rapporto è una volta alla settimana (l'unico 'slot' per noi riusciamo a ritagliarcelo la sera della domenica, quando il bimbo si e' addormentato... e sempre con l'incubo della sveglia del giorno dopo alle 6.15am). E' il classico circolo vizioso di ansia che genera insicurezza che a sua volta genera il problema e non so davvero come uscirne: con mia moglie ne parliamo e ci rendiamo conto che la vita in tre, con i 'nonni' lontani, quindi senza alcun aiuto, non è facile e lascia poco tempo per noi. Ma probabilmente ci serve un aiuto esterno, di una persona che sappia affrontare questo problema. Per questo vi chiediamo suggerimenti e anche riferimenti di sessuologi validi (comune di Cerveteri o limitrofi, prov. di Roma). Vi ringraziamo anticipatamente per la vostra disponibilità.

Caro Jacopo, la decisione di consultare un esperto del settore è giusta, per quanto riguarda il collega non conoscendo nessuno nella zona indicata ti suggerisco di consultare il sito www.psicologi-italiani.it, dove troverai un elenco di professionisti suddiviso per regione. Se non trovi nessuno nella tua zona cerca su Roma. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 09/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come ...

News Letters

0
condivisioni