Pubblicità

Eiaculazione ritardata (100090)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Simone

Spett.le Psiconline, ho 27 anni e vi scrivo perché sarei lieto di ricevere dal vostro team di esperti, un aiuto pratico ad un problema di origine psicosessuale da cui credo di essere affetto. Soffro di Eiaculazione Ritardata. Anche se tale problematica mi sembra sufficientemente trattata anche on line, nessuno è riuscito ad offrirmi un aiuto concreto per la risoluzione di questo fastidioso problema. Al momento non godo di risorse economiche sufficienti per potermi permettere costose sedute di psicoterapia, pertanto sarei felice di ricevere da voi qualche prezioso consiglio. Vi fornisco alcuni dettagli… tale problema si verifica unicamente nell’atto sessuale con la mia partner, mentre non si presenta in situazioni di autosoddisfacimento. In passato ho avuto seri problemi di natura psichica, depressione, attacchi di panico che avevano originato dalla più completa mancanza di autostima…questi problemi attualmente sono risolti, e mi duole, ora, di non poter godere di una normale attività sessuale con la mia partner, che è la persona che amo. Nella speranza di ricevere un vostro riscontro, vi porgo i miei più cordiali saluti

Gentile Simone, purtroppo è un diffuso pregiudizio quello secondo il quale gli psicologi servono ad elargire consigli. Alcuni lo fanno, certo, ma non è dando consigli che si possa aiutare una persona in difficoltà. Piuttosto capendo le motivazioni e gli scopi di queste difficoltà si può fare molto molto di più. Da quanto mi scrive, penso di poter arguire che il problema di cui lei soffre sia specificamente legato al rapporto con la sua partner attuale, dato che sostiene di non riscontrarlo quando ricorre all’autoerotismo, e non ha scritto di averne sofferto con altre partner. Generalmente, in sessuologia si tende a ritenere che gli uomini che soffrono di Eiaculazione Ritardata abbiano delle difficoltà a “darsi”, essendo l’orgasmo uno dei doni più belli che si possa fare alla persona amata. Ma per potersi donare a tal punto, occorre una totale fiducia nell’altro, ed una grande capacità di abbandono. Ciò che posso dirle è di riflettere su questi aspetti. Sarebbe però opportuno che lei e la sua compagna poteste ricorrere ad un percorso terapeutico di coppia, che è il mezzo più efficace per risolvere problematiche di questo genere. Per quanto riguarda il costo, in genere la terapia di coppia è meno costosa di quella individuale, ed è comunque un percorso non eccessivamente lungo ed oneroso. In ogni caso, se non poteste permettervela, potete rivolgervi con fiducia al consultorio della vostra città, e cercare uno psicologo che vi aiuti. Molti auguri

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano sessualità di per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

News Letters

0
condivisioni