Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Eiaculazione Trardiva (161612)

on . Postato in Sessualità | Letto 15 volte


Ajm, 22

 

Gentile Dottore,
ho un problema con il mio ragazzo. Stiamo insieme da 5 anni ma è sempre stato tardivo nel raggiungere l'orgasmo.
Nell'ultimo periodo nonostante i rapporti sessuali frequenti, lui non raggiunge l'eiaculazione se non dopo 40-70 minuti. Il risultato è che la maggior parte delle volte o si stanca lui o mi stanco io e ne consegue una voglia minima nel fare l'amore le volte successive perché penso di non riuscire a soddisfarlo.
Ho provato ad affrontare l'argomento e la risposta è stata "è un problema tuo". Temo che sia io a non riuscire a fargli raggiungere l'orgasmo, ma ci provo davvero in tutti i modi e tutto ciò mi causa insicurezza e paura di stare insieme per il timore di non riuscire anche questa volta.
Spero in un Vostro riscontro e Vi ringrazio anticipatamente.
Ajm.

Cara Ajm,
dal racconto si evince che si tratta di un eiaculazione ritardata e questo spesso dipende da problematiche psicologiche individuali.
Tu puoi fare tutti i giochi erotici possibili, ma il problema è insito nel partner prima e nella coppia successivamente, il rapporto che dura il tempo citato è fuori regola infatti per l'OSM (Organizzazione Mondiale della Sanità) il rapporto mediamente dura intorno i 10/15 minuti.
Consiglio di consultare uno psicoterapeuta sessuologo iscritto alla FISS che possa, con tecniche adeguate aiutarvi nel ritrovare un feling nel rapporto sessuale.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 10/05/2013

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni ...

News Letters