Pubblicità

Erezione problematica (135229)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 39 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Giovanni 18

Ciao, sono un ragazzo di 18 anni, sento un grande bisogno di parlare con voi esperti del mio problema che ho da un bel po'. Sono fidanzato da quasi tre anni con una ragazza stupenda che amo tantissimo, abbiamo rapporti da un anno e non si è mai presentato nessun problema fino a poche settimane fa. Il problema è l'erezione che c'è solo durante i preliminari e durante il sesso orale, io sono eccitato al solo pensiero di farlo con lei però, appena metto il preservativo l'erezione nn c'è più non riusciamo più ad avere rapporti. Non credo di avere problemi di impotenza visto che l'erezione c'è e allora cos'è? La mia ragazza mi continua a ripetere che è un problema mentale e non fisico, ma io non ci stavo pensando, o forse non me ne accorgo; però anche se fosse così io come faccio ha risolvere questo problema psicologico? Per favore rispondete. Ciao, grazie mille.

Caro Giovanni, il problema esposto si diagnostica come impotenza secondaria poichè l'erezione avviene in altre circostanze quindi si esclude la parte fisiologica e si considera quella psicologica. L'uso del profilattico ha dei momenti di pausa durante i giochi erotici che può provocare la caduta del desiderio. Quindi, credo, che come coppia sia meglio utilizzare altri modi anticoncezionali come a la pillola, e se il problema dovesse sussistere, vi consiglio di consultare un sessuologo che vi possa aiutare nel supeare le difficoltà esposte. Auguri.

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 29/06/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

News Letters

0
condivisioni