Pubblicità

Esaurimento (021943)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 24 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberto, 52 anni

Gentilissimi Sig.ri Consulenti,desidererei tanto un Vs.consiglio sul mio stato di esaurimento nervoso dovuto: Sono sposato da trenta anni e da circa un anno che la mia consorte si rifiuta ogni volta che le chiedo di fare l'atto sessuale. Ogni volta che le chiedo il perchè, mi dice che ormai non ha più voglia di farlo ed ho provato di tutto per farle cambiare idea, ma al momento non ci sono riuscito. Ho provato anche per dimostrarle che la posso capire a chiedere di fare sesso una volta ogni tanto dopo un lungo periodo, ma nemmeno così funziona. Sono abbastanza stufo di questa situazione,che mi ha portato ad un serio esaurimento nervoso. Non è che io voglia fare sesso per forza,ma non ci riesco a farne a meno, anche perchè penso che sono ancora giovane e ne ho bisogno per stare meglio fisicamente e che non trovo nel modo più assoluto e categorico che un uomo sposato da tanti anni,adesso in questo momento della vita così delicato debba andare a sfogarsi altrove. Spero che mi diate un consiglio posso capire che possa essere un caso difficile, ma Voi con la Vs. esperienza spero mi possiate dare qualche buon consiglio per cercare di risolvere questa delicata situazione. Vi ringrazio fin da adesso ed in attesa di una Vs. risposta che attendo con ansia, colgo l'occasione per porgere i miei più sentiti ringraziamenti.

Gent.le Sig. Roberto, sicuramente, come lei scrive, è difficile dover accettare l'idea che la propria moglie si rifiuti di condividere insieme i piaceri dell'intimità. Quello che mi chiedevo, mentre leggevo la sua lettera,è se lei ha chiesto
spiegazioni a sua moglie sul perchè di questo rifiuto. Cosa c'è da un anno a questa parte che la blocca, cosa non le va più di condividere? Sicuramente sarà cambiato qualcosa in lei o nel vostro rapporto che la fa reagire in tal senso. Non si cambia di punto in bianco e soprattutto dopo tanti anni. Sicuramente c'è un motivo o più motivi scatenanti che hanno portato a questo.Se non l'ha già fatto cerchi di capire il perchè e agisca cercando di rispondere a probabilmente dei suoi nuovi bisogni o di modificare delle cose che non la soddisfano più come una volta.Ciò che è importante dire in questi casi è che in queste situazioni ciò che fa cambiare atteggiamento nei confronti dell'intimità sessuale è dato da problemi più profondi, forse non affrontati nel tempo.Questo, ovviamente, non glielo dico per spaventarla o scoraggiarla ma per prendere coscenza un pò di più della situazione e se neccessario anche per chiedere aiuto ad un terapeuta di coppia che vi possa aiutare a parlare, a svelarvi e a ricreare l'armonia.

(risponde la dott.ssa Anna Maria Casale)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

News Letters

0
condivisioni