Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Fantasia erotiche ossessive (118429)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 32 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giorgio 41

Salve, sono sposato da 13 anni e padre di una bimba di 10, ho una posizione ai massimi livelli per quanto riguarda il lavoro e tra poco conseguirò una laurea molto sudata (ho iniziato a trentasei anni e ho fatto tutto lavorando full time). Il mio problema è che da quando avevo vent'anni ho sempre desiderato che la mia compagna avesse rapporti sessuali con altri uomini. Per spiegarmi meglio, il desiderio è quello di essere da una parte il suo unico punto di riferimento per quanto riguarda il lato affettivo, ma di desiderarla molto intraprendente dal punto di vista sessuale. Credo che questo la renda ai miei occhi irresistibilmente attraente. Il problema è che mi rendo conto che non è solo una fantasia, ma un desiderio reale che provo anche nei confronti di mia moglie. Spesso mi sento fortemente a disagio per questi pensieri, ma dopo tanti anni ho capito che sono fatto così e cerco di convivere con questa condizione. Da cosa può dipendere? Sono un caso raro? Si tratta di una condizione patologica che deve essere oggetto di terapia? Grazie.

Caro Giorgio, per quanto riguarda le fantasie ed i desideri sessuali, non si può mai oggettivamente dire se siano o meno patologici, a meno che non riguardino minori, animali, o persone non consenzienti, ma mi sembra evidente che non è questo il tuo caso. Un desiderio sessuale, una fantasia ricorrente, sono per così dire “patologici” solo nella misura in cui creano turbamento nella persona, che può arrivare a sentirsene vittima, a sentire di perdere il controllo sul proprio mondo fantasmatico. Questo tipo di fantasie può dipendere da un numero virtualmente infinito di fattori, che possono avere a che fare con il tuo passato, con il modo in cui la tua psiche si è strutturata, con il rapporto con tua moglie. Certo, se andassi da uno psicoterapeuta per esplorare le origini di tutto ciò probabilmente troveresti la risposta. Ma, non essendo la tua una patologia a priori, sta soltanto a te comprendere fino a che punto tu stesso senti le tue fantasie come patologiche, fino a che punto ti impediscano di vivere una serena attività sessuale anche al di là di esse e di conseguenza decidere se consultare o meno uno psicoterapeuta. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 21/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione e il piac...

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni