Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Feticismo? (123601)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Silvana 34

Egregia Dott.ssa, approfitto della Vostra disponibilità e della Vostra competenza in merito, per esporre la mia preoccupazione. Sono mamma di un bambino di 4 anni. Mio figlio, come naturalmente accade alla sua età, sta scoprendo la sessualità, che manifesta sdraiandosi a pancia in giù e premendo ripetutamente sul pene. Indubbiamente non c'è nulla di anomalo, se non fosse per il fatto che ad istigare questo comportamento è sufficiente la visione di un piede "nudo". Sin dall'età dei suoi due anni che avverto questa sua attrazione. Riferisco alcuni atteggiamenti rilevanti per far comprendere la mia richiesta di informazioni. E' da alcune mattine che appena si sveglia si insinua nel lettino del fratellino (19 mesi) e accarezzandogli i piedini (commentando il proprio piacere, nel farlo) attua il procedimento descritto prima; come dice lui, schiaccia il pistolino! Poi, un giorno gli è capitato di giocare con due bambolotti (della cuginetta) e mi accorsi che li aveva posizionati sdraiati con il viso di uno tra i piedi dell'altro. Alla mia domanda, rispose che gli stava accarezzando i piedi perché gli piacevano. Dai bambini piccoli che vede senza calzine nei passeggini, dalle donne che indossano sandali o comunque hanno il piede scoperto, persino nei cartoni animati, a lui non sfugge assolutamente questo dettaglio dei piedi nudi. Ovviamente non si tratta di una mia congettura, sono tutti contesti che mi fa osservare lui. Non riesco a comprendere da dove gli scaturisce questa mania del piede nudo! E qui sorgono i miei interrogativi. Si tratta di feticismo? E' possibile che a questa età si possa già intraprendere un percorso così complesso come il feticismo? Si può o si deve intervenire ora, prima che diventi una patologia in futuro? Spero che queste mie richieste trovino conforto e confronto in una Vostra gradita risposta. Cordiali saluti.

Cara Silvana, il feticismo è un tipo di parafilia ossia un comportamento sessuale che può deviare dalla normalità. Il fatto è che la sua manifestazione è nell'età sessuale e dunque credo che l'attenzione del tuo bambino verso i piedi degli altri sia un po' veicolato dalle tue preoccupazioni. Per quanto riguarda l'esprimere la propria sessualità va benissimo che lo lasci libero, ma ti consiglio di arginare comunque la cosa a spazi e momenti consoni per la cultura di riferimento, non è infatti accettabile che non vi siano delle regole precise e non per questo coercitive. Naturalmente il bambino non può sdraiarsi a terra o toccarsi dopo aver toccato i piedini di un amichetto ai giardini pubblici e, attraverso questi comportamenti puoi arginare le sue attenzioni. Non ci sono studi atti a spiegare se da grande sarà un feticista o meno, il tuo compito di mamma è quello di lasciare che abbia un rapporto sereno con la sessualità certo, ma che, come ti dicevo prima, abbia delle regole sociali riconosciute. I bambini sono molto attenti alle reazioni di noi grandi e più attenzione porrai tu sui piedi, più ne approfitterà lui.

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 19/08/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenien...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters