Pubblicità

feticismo (46451)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 234 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Enrico, 39anni (14.12.2001)

La mia Storia: Sono da sempre timido e moto emotivo; nella mia famiglia mi sono sempre sentito solo, anche se mai maltrattato. Penso di aver sviluppato un notevole lato intellettuale per supplire ad una emotività non vissuta nelle relazioni. Sono attratto dai piedi femminili maleodoranti, ano, vulva, che amo leccare; dagli odori del corpo non lavato; amo osservare la defecazione e la minzione; i seni grossi con grossi capezzoli, da maltrattare un po'. Ma queste preferenze non mi impediscono, se assenti, di avere una normale soddisfazione sessuale, né sono da me ossessivamente ricercate. E' normale tutto ciò, o si tratta di perversione, e nel caso come posso intervenire? Grazie.

Se le sue preferense sessuali non la "soffocano" eccessivamente, ossessionandola ed impedendole di avere una vita di relazione appagante, non vedo la necessità di intervenire; nel caso contrario, una psicoterapia è senz'altro indicata per esaminare il problema ed andare a rintracciare le cause inconsce del suo disturbo ( che, per inciso, sembra essere, a livello diagnostico, una perversione.)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. ...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

News Letters

0
condivisioni