Pubblicità

Feticismo dei piedi ( 010265)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Fabrizio, 22 anni

Salve sin dall'infanzia ho avuto sempre una particolare attenzione per i piedi delle donne, mi attirava il loro odore e la loro forma! Col avanzare della tecnologia e di internet in particolare dove il sesso lo si puo' trovare in mille forme variegate pronte a soddisfare ogni capriccio del consumatore,scoprii di non essere l'unico al mondo come pensavo ma che addirittura esistevano gia' all'epoca diversi siti che trattavano dell'argomento.Oggi, a distanza di anni da quella scoperta sono diventato completamente dipendente dal scaricare video trattanti l'argomento e nonostante sia un ragazzo molto piacente e che ho avuto diverse ragazze nella mia vita, preferisco dopo un giorno di studio, starmene a casa davanti al computer a masturbarmi piuttosto che magari cercare come i miei amici di avere rapporti con delle ragazze!Cio' ovviamente mi ha sempre ferito profondamente...
Avendo passato quest'anno all'estero per studio mi sono un pò allontanato dai vizi in rete e finalmente con una ragazza ho perso la verginita' con una prestazione abbastanza deludente in quanto mi mancava l'erezione e inoltre ho scoperto un'altra verita' agghiacciante: sembra che solo i piedi riescano a eccitarmi quando li passo sul mio pene,ma al momento dell'atto sessuale l'eccitazione sparisce nel nulla!
Credevo di essere guarito da questa patologia ma tornato in italia a casa mi sono reso conto che ero soltanto peggiorato.Ora vado alla ricerca spasmodica di nuovi video da scaricare conscio ma impotente all'idea che fa male alla mia mente e alla mia personalità perche' non riesco ad avere relazioni con le donne, nè sessuali nè sentimentali.So che la soluzione sta in me e che devo smetterla di cercare piacere nella masturbazione ma il fatto è che qui in italia il feticismo sembra considerato ancora come una deviazione e quindi ho paura di parlarne con gli amici perche' si prenderebbero gioco di me.Io invece trovo in questa parte del corpo qualcosa che mi attrae artisticamente oltre che sessualmente,voglio rendere questa passione come se fosse una marcia in più immediatamente prima dell'atto sessuale

Gentile Fabrizio, tecnicamente una parafilia (ovvero ciò che comunemente si chiama perversione)si definisce tale quando è l'unico modo attraverso il quale si può raggiungere il piacere. Non ci sono, almeno nel campo della psicologia o della sessuologia, giudizi di valore o morali a riguardo, e non è questione di accettazione da parte della società, ma riguarda lo stare bene con sé stessi. Al di là della condanna morale, della vergogna, mi sembra che il suo problema principale è che la sua fissazione per i piedi le impedisce di avere dei rapporti sia sessuali che sentimentali soddisfacenti.
Cercare di reprimere i suoi istinti non le sarà di aiuto, temo. Piuttosto dovrebbe esaminare l'ipotesi di fare una psicoterapia, per comprendere a fondo il suo problema, e magari anche per risolverlo. Questo non vuol dire che i piedi non la interesseranno più, ma solo che riuscirà a trovare interessante anche il resto del corpo di una donna, e ad avere un rapporto sessuale completo e soddisfacente.
Auguri.

( risponde la dott.ssa Leone Serena )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

dipendenza da shopping

La sindrome da acquisto compulsivo è un disturbo del controllo degli impulsi che indica il bisogno incoercebile di fare compere, anche senza necessità, ed è anc...

News Letters

0
condivisioni