Pubblicità

Feticismo dei piedi (139297)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 82 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Mario 16

Sono un ragazzo di 15 anni, mai fidanzaro prima. Sin da piccolo ho avuto un interesse verso i piedi che tengo nascosto. Non avendo mai avuto una ragazza, non posso dire se mi eccitto soltanto con i piedi o magari anche baciando una ragazza. Ho avuto l'occasione di "provare" il feticismo, non solo attraverso i video, ma anche con una persona; difatti con questa persona io le lecco i piedi e mi eccito in quel modo raggiungendo l'orgasmo. La mia domanda é, c'é un modo per smettere. Pensando a questi miei gusti non sono molto contento. Grazie.

Gentile Mario, il comportamento che descrivi potrebbe essere una parafilia (ovvero, ciò che comunemente si chiama perversione). Dico potrebbe, perché sei ancora molto giovane e probabilmente il tuo comportamento sessuale è ancora in fase di esplorazione e quindi non si può ancora parlare di una patologia vera e propria. Inoltre, spesso si confonde il feticismo con il parzialismo, cioè con l’eccitamento sessuale che avviene solo con una parte del corpo, in questo caso i piedi. Questa parafilia, non altrimenti specificata, è molto comune nel mondo adulto. Il feticismo e la perversione in senso generale, si definisce tale quando è l'unico modo attraverso il quale si può raggiungere il piacere.  Questo nel tuo caso non lo possiamo ancora sapere, perché, come dici tu nella lettera, non hai ancora avuto modo di sperimentarti in una relazione sessuale “vera”. Comprendo e accolgo il tuo disagio quando dici di non piacerti pensando ai tuoi gusti, però mi sento anche di rassicurarti dicendoti che non esiste un modo standard per amare gli altri, e che è invece importante trovare insieme alla propria compagna il modo giusto affinché entrambi vi sentiate accolti e a vostro agio nel rapporto sessuale. Ciò che intendo dire è che se questa pratica sessuale è inserita all’interno di un rapporto di coppia in cui non ricopre un carattere di esclusività (cioè non è l’unico modo in cui si raggiunge l’orgasmo o in generale piacere dal rapporto), allora, essa può rappresentare uno dei tanti modi che gli adulti hanno per rendere più vivace ed intrigante il rapporto con il partner e non esserci in essa quindi niente di patologico. In ogni caso, se senti il bisogno di capire meglio il tuo rapporto con la sessualità e con  il desiderio sessuale, può esserti utile consultare uno psicoterapeuta sessuologo. Auguri.

 

(Risponde la Dott.ssa Voi Giovanna)

Pubblicato in data 22/10/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sofferenza interna e obiettivi…

Mauro, 31 anni     Durante tutta la mia vita ho perseguito obiettivi molto impegnativi. Oggettivamente giorno dopo giorno dopo giorno, mi sto re...

Quando lei maltratta lui (1574…

DELUSO 60, 59 anni     Incontrati a 46 anni io 40 lei, divorziati entrambi, io convivevo con una signora da 8 anni, lei con un figlio di 10 (unic...

Presa in giro (1574783413891)

Berna,  20 anni     Ciao, ho bisogno di aiuto e cerchero di spiegare il più brevemente possibile la mia situazione. Mi chiamo benedetta e s...

Area Professionale

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le regole fondamentali per psi…

La professione di psicologo oggi ha, inevitabilmente, anche una proiezione nel marketing sanitario e professionale. I video sono parte fondamentale di questo se...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni