Pubblicità

Gay perchè... (104604)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 42 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Anonimo88 18

Salve, vi scrivo per esporvi un caso che ritengo abbastanza complesso! Ho 18 anni sono un ragazzo carino, piacente a
molti! Io però, ho scelto di essere gay...!! Il motivo?? Beh perchè non sono dotato ( 12 cm), questo in me ha scaturito una paura nella relazione con il sesso femminile.. relazione che vorrei avere ma non ci riesco perchè temo di essere deriso.. perchè si sa alle donne piacciono gli "uomini".. veri..!! Ora la domanda che lei si fa è, e allora perchè Gay?? Beh io non lo so, però in tutti quei rapporti omosessuali che ho avuto ho scelto di assumere il ruolo di "passivo"...proprio per questo problema... é un problema che mi sta uccidendo... che scaturisce anche una scarsa autostima di me stesso... Io spero che lei possa aiutarmi, anche una parola, un consiglio, mi sarebbero molto utile!! Aspetto con ansia la vostra risposta, e nell'attesa vi porgo i miei saluti i più sinceri!!

Caro anonimo, purtroppo da quello che scrivi non si riesce a capire l’unica cosa veramente importante nella scelta dell’orientamento sessuale: ovvero se gli uomini ti piacciano o no. Credo che sia questa la cosa più importante, in una scelta simile. Se ti piacciono le donne, ma hai rapporti sessuali con gli uomini solo perché non ti senti all’altezza, si potrebbe azzardare l’ipotesi che la tua scelta sia puramente difensiva. Oltretutto non mi sembra che ti faccia star bene. L’unico consiglio che posso darti è di consultare uno psicoterapeuta; credo tu abbia bisogno di fare un percorso verso la chiarezza, di acquisire un livello maggiore di autostima, prima di poter fare una vera scelta del tuo orientamento sessuale. Auguri

(risponde La dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 19/06/07

<
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Negativismo

Con il termine Negativismo si può indicare, in linea generale, un comportamento contrario o opposto, di tipo sia psichico che motorio. ...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa paura repres...

News Letters

0
condivisioni