Pubblicità

Gianfranco (003558)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 36 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gianfranco, 20 anni

Ciao ho 20 anni. Cercherò di riassumere in poche parole tutta la situazione: vivo in una famiglia formata da 4 persone: io, sorella, padre, madre. Padre quasi totalmente assente e spesso scontroso, tra l'altro il rapporto tra mia madre e mio padre non è mai stato dei più scorrevoli. Una sorella che soffre di bulimia con vomito. Io sono una persona di vent'anni che studia ma il problema è che fin da piccolo mi sento attratto anche da persone del mio stesso sesso. Mi eccito a vedere foto di ragazzi nudi e che fanno sesso... Ma nello stesso tempo sono attratto anche da ragazze.
Fino a poco tempo fa pesavo che fosse solo una fase della mia sessualità,una fase di "smarrimento", ma adesso questa situazione sta cominciando a scoppiare dentro di me, al punto di farmi stare molto male. Essendo una persona molto timida non mai avuto una fidanzata e mai avuto nessun rapporto sessuale di nessun tipo... anche questa cosa mi fa soffrire moltissimo....perchè nei confronti degli altri mi mette a disagio (non mi sento alla pari).
Le mie domande sono queste: E' possibile che questo tipo di sessualità sia dovuta a pochi contatti e amicizie con ragazze? Quand'è che la sessualità di una persona si puo dire definita?

Caro Gianfranco possiamo dire che, anche se la maggior parte delle persone acquista consapevolezza del proprio orientamento sessuale nel periodo puberale, alcuni tratti dell'infanzia permettono in qualche misura di fare previsioni circa l'orientamento sessuale in età adulta.
I bambini che diventano adulti eterosessuali hanno di solito infanzie tipiche del loro sesso, mentre quelli che avranno un orientamento non conforme (gay, lesbiche, bisessuali) hanno di solito infanzie atipiche rispetto al loro sesso.
La confusione nell'orientamento sessuale è ricorrente negli anni dell'adolescenza, per riuscire a capire quali sono i tuoi veri desideri è importante trovare la capacità di sperimentare. Potrebbe esserti utile, per uscire dalla tua timidezza e poterti finalmente mettere in gioco, chiedere aiuto ad un esperto. Auguri.

( risponde la dott.ssa Maria Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità anche quando ciò si traduce in si...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

News Letters

0
condivisioni