Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Identità di genere (134999)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 18 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Lisa 22

Salve, sono una ragazza di 22 anni, eterosessuale al 200% e vorrei avere un parere circa la mia avversione verso l'identificazione con il sesso femminile, anzi a essere precisa la mia repulsione verso l'idea di doversi necessariamete identificare con un sesso, rifiuto l'idea di essere incasellata in una categoria: una di sole 2 mi chiedo come sia possibile suddividere così l'essere umano e classificarlo in "uomini" & "donne" senza tener conto dell'individualità del soggetto.

Da sempre mi sono trovata ad avere più affinità con il sesso maschile (per come viene definito dalla società), non solo in termini di qualità di rapporto tra me e il sesso opposto ma anche in qualità di preferenze, gusti personali, modi di agire, pensare, scherzare, temperamento. A 8 anni ho avuto una crisi di identità sessuale: volevo cambiare sesso, mi travestivo e dicevo in giro di essere un bambino, la trovavo una comoda via d'uscità da certe imposizioni che non condividevo perchè non mi appartenevano. Il "travestimento" è durato 9 mesi anche perchè avevo capito che quello che volevo era solo esprimere me stessa in qualità di singolo individuo e non essere un maschio. Da lì è cominciata una lotta antisessista verso la società che in pochi comprendevano e appoggiavano.

Dunque finchè sono solo belle teorie la cosa non sfocia in un "disagio" ma quando diventa una cosa snervante e molto fastidiosa addirittura da non voler ascoltare più niente e nessuno comincio a sentirmi un po' estrema nella mia sovversione.

Trattasi di una lieve forma di DIG? O semplicemente sono solo parecchio arrabbiata per sentirmi continuamente attribuire dalla società pregi e difetti che non mi appartengono in base al mio sesso? Infine: non sopporto la vista di un corpo di donna nudo, provo una specie di disgusto infinito, va bene essere etero ma la mia repulsione va oltre il semplice "che schifo, non andrei mai con una donna".

Grazie in anticipo. Saluti, L.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

Cara Lisa, dal racconto si evince che la tua sessualità non è vissuta serenamente e che hai dei risvolti sociali non ben identificati. Per risolvere il tuo quesito ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti nella tua evoluzione socio sessuale, in special modo nel non sentirti più identificare in un sesso o in un altro, ma essere donna poichè il tuo corpo, almeno da quello che si evince è femminile e non mostra segni transessuali. Auguri.

 

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 18/06/09

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Le parole della Psicologia

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

News Letters

0
condivisioni