Pubblicità

Identità sessuale (109091)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 31 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Roberta 18

Salve, scrivo per parlarle di qualcosa che mi lascia spiazzata e confusa. Sono una ragazza diciottenne e ho una relazione affettiva con un ragazzo che dura da un anno e mezzo. Il nostro rapporto è stato bellissimo, ci siamo innamorati e insieme a lui potrei dire di aver conosciuto la felicità. Ma, purtroppo, ho fatto i conti senza l'oste e dentro di me si è mosso qualcosa che ho cercato di reprimere da sempre, sin dall'infanzia. Sono sempre stata attratta da persone del mio stesso sesso, ma non sono mai riuscita ad ammetterlo a me stessa. Avevo paura e fino a qualche anno fa ricordo che mi chiudevo in camera a piangere e rinnegare la mia stessa identità. Poi, nel bel mezzo di una crisi esistenziale, ho conosciuto lui e me ne sono innamorata. Ma adesso, da circa sei mesi a questa parte, il mio interesse per le ragazze si è fatto ogni giorno più vivo e io non riesco più a reprimermi. Finalmente mi sono accettata, sono felice con me stessa, sono tranquilla. Ne ho parlato con lui, ma non sono sicura che abbia totalmente afferrato il concetto. L'ha presa bene, la prima volta, dicendomi che per lui non è un problema.. La seconda volta si è arrabbiato un tantino e mi ha chiesto di fare una scelta. Ho ingurgitato per l'ennesima volta il tutto facendo finta che non fosse successo niente. Due sere fa abbiamo fatto l'amore e per la prima volta non c'era quel trasporto di sempre, non mi sentivo coinvolta, l'ho fatto soltanto per amor suo ma mi ha fatto ribrezzo, mi ha fatto schifo per la prima volta in vita mia. Subito dopo sono scoppiata in lacrime. C'è troppa confusione nella mia testa. Il punto è che io gli voglio ancora troppo bene per prendere questa decisione, per fare qualcosa che possa in qualche modo ferirlo e non vorrei saltare a conclusioni affrettate perché è successo quello che è successo... Perdoni le mie frasi sconnesse e l'evidente nervosismo, ma ho paura, sono spaesata. Ho bisogno di capire. Spero in una sua risposta.

Cara Roberta l'emozione a volte può giocare brutti scherzi e la reazione che si è prodotta durante e dopo l'ultimo rapporto sessuale potrebbe essere scaturita dal flusso di sensazioni che stai sperimentando. Evita di arrivare a conclusioni affrettate che con il tempo potrebbero risultare errate. Scoprirsi omosessuale per un adolescente è destabilizzante, ma tentare di reprimere la realtà, anche quando è dura, non aiuta ad affrontare la vita. La diversità, in tutte le sue manifestazioni, spaventa, perché sfugge alla consuetudine, al conosciuto e l'umanità per predisposizione tende a rigettare ciò che non comprende. Riuscire ad affermare la propria diversità d'identità sessuale richiede coraggio e determinazione, ma devi tenere sempre a mente che questa particolarità non sminuisce il tuo valore come persona e può essere un buon deterrente per andare avanti senza paura di perdere la faccia. In questo particolare momento sarebbe opportuno che ti avvalessi del supporto di un esperto, questo intervento non può bastare per darti la forza per affrontare un cammino di verifica e se necessario di accettazione della tua identità sessuale. Auguri

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 21/10/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa paura repres...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

News Letters

0
condivisioni