Pubblicità

Identita' sessuale (014685)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Antonio, 34 anni

Non ho mai trovato il coraggio di parlare di queste cose di fronte a qualcuno ma di fronte a un pc sembra possibile.Ho 34anni sono single in cerca di un'identita' sessuale. Credo che l'origine di tutti i miei problemi stia nei miei primi rapporti sessuali. A 12 anni ebbi le mie prime esperienze. Miei cugini lui17 lei 16 mi coinvolsero nei loro giochi sessuali.
Durante il loro rapporto facevo solo da spettatore,poi ad un certo punto lui lasciava lei e si faceva masturbare da me fino che ne aveva voglia anche per molto tempo.Il mio primo rapporto completo avvenne l'anno dopo con un ragazzo 18enne che sfruttando la mia immaturita fisica e mentale in queste cose mi penetro' totalmente.
Per me fu doloroso e piansi giurando che non avrei mai permesso piu' a nessuno di farmi una cosa del genere ma i fatti mi dimostrarono il contrario.Quali possono essere le reazioni psicofisiche di un rapporto di questo tipo su un ragazzino di 13anni?Mi piacciono le donne e mi innamoro spesso perdutamente,ma interrompo sempre prima che si arrivi al sesso,a parte un paio di volte in cui andai fino in fondo.Nelle mie fantasie erotiche non c'e mai il desiderio di possedere una donna ma di essere al posto suo, indossare i suoi collant e provare quello che prova lei durante il sesso con un uomo.Non mi piacciono gli uomini e non mi sono mai innamorato di uno, ma ogni tanto sento il bisogno di essere penetrato e cosi' finisco per avere dei rapporti passivi con dei maschi che mi fanno tutto quello che io dovrei fare alle donne di cui mi innamoro.Tutto questo non riesco ad accettarlo e mi fa stare un male indescrivibile ma non vedo vie di fuga... Spero tanto in una risposta per me molto importante Grazie comunque.

Caro Antonio hai avuto la sventura di fare quel tipo di esperienza che un bambino non dovrebbe mai fare ma che in realtà si verifica con molta più frequenza di quanto è possibile immaginare. Sono esperienze drammatiche che lasciano segni che possono far emergere, durante la crescita o nell'età adulta, problematiche più o meno importanti nell'equilibrio psico-fisico del soggetto. Anche se prevale la necessità di raggiungere il piacere orgasmico mediante sodomizzazione e sembra mancare l'interesse per il raggiungimento del piacere attraverso la sessualità genitale in un rapporto eterosessuale in te è molto forte la voglia di trovare una dimensione sessuale in sintonia con l'affettività.
Il fatto che non ti sei mai innamorato di una persona del tuo stesso sesso, il fatto che ti piacciono le donne, che ti innamori di loro e la grande sofferenza che provi dopo un rapporto omosessuale mi fanno ipotizzare che ancora non c'è stata una scelta sessuale definitiva e che vivi questi rapporti come una sorta di dipendenza legata alle prime esperienze. Per trovare la forza di affrontare la tua vera natura sessuale e svincolarti da sentimenti di dipendenza ti sarebbe molto utile iniziare una psicoterapia con un terapeuta sessuologo.
Auguri


( risponde la dott.ssa Assunta Consalvi )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

News Letters

0
condivisioni