Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il mio lui è gay? (010219)

on . Postato in Sessualità | Letto 8 volte

Mara,39 anni

Salve, ho 39 anni, una laurea, un buon lavoro, ma ho sofferto a lungo di depressione, e solo di recente, grazie ad una terapia farmacologica, sono riuscita a trovare un compagno (in chat), verso il quale provo affetto e amicizia, se non amore (è forse una parola abusata). Lo conosco da 6 mesi, e abbiamo avuto una forte affinità intellettuale, all'inizio-forse anche
la stessa voglia di sfuggire alla solitudine; lui è un mio coetaneo, e non aveva mai avuto storie serie). Il problema è che lui, oltre ad avere spesso difficoltà a raggiungere l'orgasmo, sembra avere una sessualità "passiva": mi chiede sempre di "fare" cose per lui: si dichiara, naturalmente, disposto a ricambiarmi, ma mi sono accorta che non lo fa con entusiasmo,e preferisce che sia io a toccarlo, baciarlo, ecc..ha un carattere difficile, si mette in discussione raramente (quando litighiamo, è sempre per la sua mancanza di tatto, anche se poi si scusa con belle parole), e non posso chiedergli se ha tendenze omossessuali (un altro suo lato negativo è che ha forti pregiudizi, anche per le sue idee politiche, che invano mi sono sforzata di sfatare in accese discussioni).Mi ha confidato che ha subito da ragazzo un'operazione per la distorsione dell'erezione del pene, e questo potrebbe spiegare forse le difficoltà a raggiungere la soddisfazione (curiosamente, più al mattino che alla sera), ma non mi spiego la tendenza "passiva". Sto provando, per questo, a convincerlo ad andare da un andrologo, almeno come segno di buona volontà nei miei confronti. Ho urgente bisogno di un consiglio. Un saluto e ringraziamento.

Gentile Mara, un uomo che ha dei comportamenti passivi a letto non è gay,
o meglio la passività non è un indicatore di omosessualità. Il fatto che voi abbiate dei problemi, a quanto leggo non solo in ambito sessuale, non è poi un motivo sufficiente perchè lui vada dall'andrologo. L'andrologo si occupa di curare problemi di tipo fisico. Da quello che mi scrive, mi pare di capire che eventuali problemi fisici che il suo compagno poteva avere
li ha superati mediante un'operazione. Evidentemente le difficoltà che avete non appartengono all'ambito fisico, non potrebbero quindi essere risolte dall'andrologo. Piuttosto mi sentirei di consigliarle di consultare un sessuologo, e di farlo insieme, poiché i problemi sessuali all'interno di una coppia molto difficilmente sono ascrivibili ad un solo elemento della coppia.
Molti auguri

( risponde la dott.ssa Serena Leone)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Ansia e derealizzazione (1511…

LukasV, 25     Salve, sto passando un periodo difficile in cui c'è di mezzo una sentenza (tra pochi giorni) per il futuro dell'affidamento di mio...

matrimonio, figli, amante (151…

tosca, 35     Sono una donna sposata da solo un anno, ma la relazione dura da circa 10 anni. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

News Letters