Pubblicità

Inibizioni di lui (014304)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 26 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Viviana, 26 anni

Salve, ho 26 anni e da 2 sto con un ragazzo, va tutto bene, c'è solo un problema che non capisco e non riesco a risolvere pur avendone parlato diverse volte con lui: quando siamo in intimità lui sembra sempre un po' inibito, non riesce a lasciarsi andare completamente, fa finta che vada tutto bene ma è palese, sembra quasi imbarazzato. Abbiamo rapporti sessuali normalmente, tutto ok, ma lui non mi tocca mai nelle parti intime e non capisco perchè, gli chiedo se gli fa schifo e mi dice di no, dice che all'organo genitale ci pensa l'altro organo genitale, perciò durante i preliminari lui non mi accarezzà "lì". Io gli parlo sempre di questa cosa ma non ne vengo mai a capo,non so davvero come fare,qualche volta mi ha accontentato ma era davvero troppo meccanico,non riesce a lasciarsi andare.Poi un'altra cosa è che non mi da quasi mai baci alla francese.Per me è molto strano,ho parlato con lui di tutte queste cose,gli ho anche chiesto se è gay,ovviamente mi ha detto no e neanche io lo credo ma non so a cosa attribuire questa sua inibizione, è un ragazzo intelligente, aperto e non capisco come possa rovinare un rapporto quasi perfetto in questo modo.Gli ho chiesto se è per questioni religiose, morali e lui a religiose ha risposto no, a morali era già un po'più sul si ma non troppo,e allora?All'inizio non ci davo tanto peso ma ora comincia a darmi fastidio, lo vedo come una mancanza di rispetto.Non so cosa pensare, spero in un consiglio. Grazie

Gentile Viviana, è perfettamente normale la sua preoccupazione verso questi comportamenti, se non riesce a capire a cosa sia legato questo atteggiamento provi anche a chiedersi se lei involontariamente abbia fatto qualche cosa per inibire questa persona..... se è necessario provate a parlarne anche con un sessuologo, senza intimorire il suo ragazzo ma a titolo di semplice chiaccherata...in bocca al lupo

( risponde la dott.ssa Benedetta Mattei )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

News Letters

0
condivisioni