Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Io.... pervertito? (47242)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 644 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Daniele M., 21anni (12.1.2002)

Sono un ragazzo di 21 anni, studente, con una timidezza incredibile, che mi blocca ogni rapporto con le ragazze. Scrivo a voi perchè sono preoccupato da alcune fantasie erotiche che mi "tormentano" dalla prima pubertà e che mi sembrano anormali. Sogno infatti di diventare il giocattolo preferito e l'oggetto delle "attenzioni" di donne giganti (non 2 metri, qualcosa tipo i viaggi di gulliver), che non mi lasciano libero e mi usano per eccitarsi. Pensando a queste sciocchezze io mi masturbo regolarmente (sono ancora vergine) ma provo molta vergogna per questi pensieri e non li rivelerei a nessuno per niente al mondo. Cliccando sul web ho scoperto che questo disturbo è una forma stranissima di feticismo, la macroginofilia. E' chiaro che il mio piacere è confortato dal fatto che questa fantasia è impossibile nella realtà, ma temo di essere un pervertito, e temo che questo possa pregiudicare la mia (futura) vita sessuale. Non ho traumi infantili o storie freudiane da raccontare, ho solo avuto una madre un po' troppo apprensiva e protettiva. Mi potete dare qualche consiglio? Devo andare da uno specialista?

Caro Daniele , credo proprio che sia il caso: primo per vincere la timidezza e l'approccio inibito colle ragazze, secondo per verificare se la fantasia feticista che ti eccita sia così totalizzante da impedirti qualsiasi altro modo di appagamento sessuale nel rapporto reale. Tutti abbiamo componenti di una o altra "perversione" che non é più tale se rientra in una dimensione compatibile col rapporto sessuale completo e soddisfacente. Solo con lo sessuologo o lo psicologo psicoterapeuta sessuale potrai valutare l'entità di questa componente, ma non darti etichette di pervertito o farti diagnosi da solo ! Sai qual'é la malattia più diffusa? La diagnosi, appunto.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

News Letters

0
condivisioni