Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Io.... pervertito? (47242)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 592 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Daniele M., 21anni (12.1.2002)

Sono un ragazzo di 21 anni, studente, con una timidezza incredibile, che mi blocca ogni rapporto con le ragazze. Scrivo a voi perchè sono preoccupato da alcune fantasie erotiche che mi "tormentano" dalla prima pubertà e che mi sembrano anormali. Sogno infatti di diventare il giocattolo preferito e l'oggetto delle "attenzioni" di donne giganti (non 2 metri, qualcosa tipo i viaggi di gulliver), che non mi lasciano libero e mi usano per eccitarsi. Pensando a queste sciocchezze io mi masturbo regolarmente (sono ancora vergine) ma provo molta vergogna per questi pensieri e non li rivelerei a nessuno per niente al mondo. Cliccando sul web ho scoperto che questo disturbo è una forma stranissima di feticismo, la macroginofilia. E' chiaro che il mio piacere è confortato dal fatto che questa fantasia è impossibile nella realtà, ma temo di essere un pervertito, e temo che questo possa pregiudicare la mia (futura) vita sessuale. Non ho traumi infantili o storie freudiane da raccontare, ho solo avuto una madre un po' troppo apprensiva e protettiva. Mi potete dare qualche consiglio? Devo andare da uno specialista?

Caro Daniele , credo proprio che sia il caso: primo per vincere la timidezza e l'approccio inibito colle ragazze, secondo per verificare se la fantasia feticista che ti eccita sia così totalizzante da impedirti qualsiasi altro modo di appagamento sessuale nel rapporto reale. Tutti abbiamo componenti di una o altra "perversione" che non é più tale se rientra in una dimensione compatibile col rapporto sessuale completo e soddisfacente. Solo con lo sessuologo o lo psicologo psicoterapeuta sessuale potrai valutare l'entità di questa componente, ma non darti etichette di pervertito o farti diagnosi da solo ! Sai qual'é la malattia più diffusa? La diagnosi, appunto.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Non so più che fare (153056873…

Alessia, 16     Non so più che fare, passo ogni giorno come se fossi in una bolla dove solo io sono in grado di capirmi, non si più davvero dove ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

News Letters

0
condivisioni