Pubblicità

Ipersessualità nell'uomo (52192)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 33 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Cristina, 44 anni, 28.08.02

Un caro amico di famiglia, amico prima di tutto di mio marito, sembra apparentemente felicemente sposato, ma poi ci è risultato non essere così. Da parte nostra il dispiacere più grande e la preoccupazione è per la moglie e per i figli, ne ha due, il primo di circa otto anni affetto da una forma di diabete, la seconda una spledida bambina di due anni. Comunque lui ha 46 anni. Ci siamo accorti che non lascia alcuna occasione per fare sesso con altre che non siano la moglie e fa sempre in modo da avere del tempo per mantenere altre due relazioni fisse extraconiugali. Ha parlato con mio marito e lui dice che non riesce a vivere diversamente, è una necessità che lui nasconde ai figli e alla moglie ma a malapena agli altri. Ho detto a mio marito che lo consigli di parlarne con un medico e poi se non è niente di organico di andare da un buon psicologo. Ma quello che riesco solo a capire che questo non è priapismo, ma non puo' essere una disfunzione ormonale ugualmente? Oppure un problema più antico mai risolto? Vorrei solo fare in modo da far capire a mio marito che lo vorrebbe aiutare, come farlo. Scusate se mi sono permessa di parlare di altre persone...ma tengo molto a loro e ai loro bambini. Grazie.

Un vecchio proverbio dice " fra moglie e marito non mettere il dito":e in questo caso mi sento di sottoscrivere questo detto popolare. Non vedo infatti a che titolo potreste interferire nella vita di queste persone, neppure mettendo avanti la preoccupazione per i bambini che potrebbero soffrire solo se il padre non fosse un buon padre mentre il fatto che , secondo lei, non sia un buon marito non li riguarda direttamente.Non esiste inoltre un problema organico ( tipo una disfunzione) che spieghi questo comportamento esuberante .Il priapismo cui fa riferimento non è pertinente trattandosi di uno stato di erezione doloroso e permanente in mancanza di stimoli sessuali. Sul piano etico, in astratto, ognuno ha diritto di pensare quello che vuole e lei può ritenere che l'infedeltà coniugale sia un problema ( sicuramente in astratto, sul piano morale lo è) . ma in concreto questo è un fatto che riguarda solo quella coppia e che loro dovranno gestire come e se lo riteranno opportuno.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una concezione dell’analisi come...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

News Letters

0
condivisioni