Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Isolamento totale (129446)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 17 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Claudio 28

Vi racconto la mia storia per sapere se c'è una soluzione anche se credo che l'unica soluzione sia il suicidio. Sono gay, sono nato e vivo tutt'ora in un piccolo paese, (non vi dico cosa ho passato da piccolo a causa della mia effeminatezza), vivo da sempre in completa solitudine: non ho mai avuto amici, non sono mai andato a divertirmi o al mare o a un Capodanno, non ho mai avuto rapporti sessuali, da quando ho finito la scuola di giorno mi dispero, di notte sempre incubi. Il problema più grosso però è il seguente: mi sono diplomato in ragioneria 8 anni fa, ho lavorato per 1 anno, ma poi l'ossessione che ho sempre avuto che gli altri si accorgessero solo guardandomi che sono gay (anche se da dopo l'adolescenza non sono più effeminato) mi faceva perdere l'attenzione e non riuscivo più a lavorare così mi sono chiuso in casa per sette anni sperando di trovare la forza di suicidarmi. In questi mesi anche grazie a trasmissioni viste in tv (l'unico mezzo di contatto col mondo non avendo un computer in casa), ho superato un po' le mie paure e vorrei cominciare una vita normale, ma la prima difficoltà è trovare lavoro, perchè nessuno risponde al curriculum perchè vedono gli anni vuoti, ma io non posso certo dire perchè mi sono chiuso in casa, come posso coprire questi anni, potete dirmi a chi devo rivolgermi, sono disposto anche a pagare anche se non mi rimane ancora molto per vivere.

Caro Claudio, prima di pensare al suicidio ci sono tante cose da fare non ultima quella di rafforzare l'autostima che dal racconto si evince che è assente. I datori di lavoro non devono chiedere le motivazioni per cui esite un lasso di tempo di inattività poichè le scuse possono essere molte come quella di girare per conoscere nuove realtà o per malattia ect.. Il consiglio che mi sento di darti è quello di iniziare una psicoterapia con uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che può aiutarti a rimuovere le tue idee e accettare l'esser gay, poichè molti di essi lavorano e nel sociale sono più attivi di tanti etero, quindi anche nel tuo paese puoi attivarti nel volontariato e recuparare l'autostima che manca. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 7/01/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

News Letters

0
condivisioni