Pubblicità

Le mie strane prime volte (165932)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 499 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Janet, 16 (165932)

La mia Storia: salve e grazie per aver ricevuto la mia lettera!

ho conosciuto un ragazzo( premetto che va all'università e che era in pausa con la sua ragazza dopo la laurea) che ha 12 anni più di me 2 anni fa...
siamo stati amici per un po'.. poi io sentivo il bisogno di provare esperienze fisiche.. anche solo baci… coccole… il calore di qualcuno che mi volesse davvero bene…
essendo stato un periodo difficile per me.. continuammo per mesi a fare certe cose senza mai eccedere.
Dopo un anno e mezzo mi ha dichiarato il suo amore.. io ho ricambiato.. ed eravamo felicissimi e sembrava quasi di stare insieme! ma comunque sapevo che era sbagliato perché lui è già impegnato e non era giusto nei confronti di lei.. ma volevo vivermi il primo "amore" finchè potevo.. lui si laurea.. si rimettono insieme.. io soffro tanto.. e lui soffre x me..
ma non possiamo stare insieme data la differenza d'età.. e comunque con lei ha già messo giù le basi per avere un futuro insieme...
ora stiamo provando a togliere la parte fisica e rimanere amici...ormai io e lui abbiamo un rapporto padre e figlia.. perchè ci amiamo molo ma lui ha un forte senso di responsabilità verso di me e vuole rendermi felice.. migliorare il mio futuro.. farmi regali (e me ne fa davvero tanti!) non penso di riuscire a smettere di baciarlo dopo due anni…
oltretutto non abbiamo MAI litigato se non appunto per questa situazione in cui siamo entrambi intrappolati.. cosa dovrei fare?
ho anche cercato di contattare la sua ragazza perchè comunque li la sta tradendo e so che lei è una bravissima ragazza e so che non se lo merita..
quindi volevo dirle con molta calma la verità.. con che tipo di persona si sta costruendo un futuro...lui non è il tipo che frequenta ragazze così piccole..
a volte mi chiedo anch'io che cosa mi si passato per la mente quando ci uscivo!  La domanda è sempre quella…
cosa dovrei fare? lo dovrei dire alla sua ragazza? ah.. io non ho mai avuto una figura paterna... non solo lo amo come persona..
ma anche come padre a tutti gli effetti... si prende cura di me.. è la persona più importante della mia vita in questo periodo..
non penso di poter avere questo tipo di rapporto con chiunque.. grazie mille per aver letto la mia storia!

 


Cara Janet la differenza di età, tu sei ancora minorenne, potrebbe indurre a molte riflessioni poiché l’uomo più grande dovrebbe avere la sensibilità di rispettare la tua tenera età.
Detto questo purtroppo mi rendo conto che siete andati oltre e si sono mescolate varie figure di identificazione, cosa che deve essere chiarita al più presto.
Per raggiungere l’obbiettivo di identificazione se genitoriale o se amante, visto che ha una relazione stabile, ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico e di leggere il libro L a coppia e i suoi segreti edito da Kimerik che può aiutarti nel dipanare le tue ansie che sono frutto di questa relazione abbastanza ambigua.

Auguri



(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 09/04/2015

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

News Letters

0
condivisioni