Pubblicità

mancato raggiungimento dell'orgasmo(47202)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 234 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Antonio, 36anni (11.1.2002)

Salve, ho 36 anni e da pochi mesi sposato con un donna che amo tanto.Da premettere, che ho rapporti con mia moglie completi(con penetrazione vaginale) solo da quanto ci siamo sposati ed molte volte non riesco a raggiundere l'orgasmo.Quando riesco a fare l'amore con mia moglie serenamente senza pensare di superare una prova allora mi sento bene con me stesso ossia soddisfatto.Le altre volte invece o per stanchezza, stress o ansia( sono un tipo emotivo ed ansioso) mi sento responsabile della cosa.
Quando penso che tutto e' perduto e che mai avro' un rapporto completo con mia molgie, ecco allora che mi riavvicino a lei e riesco ad avere un sesso completo ritorno a provare quei momenti bellissimi di intimità con lei.Caro dottore pero' le devo dire che come tanti altri utenti di internet non le nego che molte volte chatto con persone del mio stesso sesso e a volta trovo emozioni nelle fantasie erotiche. A volte penso che sia solo un gioco e come tale deve essere ma purtroppo tutto questo si riflette poi nella mia vita di coppia con mia moglie.Mi dico molte volte di no farlo più ma e come se fosse una dipendenza che non ne posso fare a meno.Solo al pensiero di avere un rapporto con un uomo mi fa star male e non lo concepisco nel mio mondo di vedere la vita.
Ho avuto occasioni in passato,penso poi come tanti altri miei coetanei, ma le posso garantire che sia per via internet o persone che conoscevo che volevo avere un approccio con me ho sempre declinato anche sotto effetto di alcolici (no bevo classica sbronza che capita ogni tanto). Vorrei tanto essere un buon padre,un buon marito ossia fare la mia parte di uomo.

Nella situazione che lei ci presenta si confondono vari elementi : da una parte sembra che l'ansia da prestazione la blocchi nella vita sessuale coniugale, dall'altra il quadro è ulteriormente complicato dalll'introdursi prepotente di fantasie omosessuali e di varie dipendenze. Non è quindi facile stabilire se il secondo aspetto influenzi il primo o viceversa, senza un più ravvicinato confronto clinico. Le suggerirei quindi qualche colloquio con uno psicologo per fare maggiore chiarezza sulla sua identità, e sui suoi reali bisogni e desideri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

Feticismo

Il feticismo è una fissazione su una parte del corpo o su un oggetto, con un bisogno di utilizzarlo per ricavare delle gratificazioni psicosessuali. ...

News Letters

0
condivisioni