Pubblicità

Masochismo (118149)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 43 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Sara 26

Buongiorno, le illustro la mia questione: nei rapporti sessuali con il mio partner gli chiedo di insultarmi, dominarmi e soprattutto picchiarmi. Ho sempre avuto questo desiderio che finalmente viene esaudito, però da semplice gioco erotico (io così non raggiungo l'orgasmo e ho anche rapporti sessuali normali con orgasmo), per me ora sta diventando la principale attrattiva nell'intimità. Il "gioco" è sempre più violento e si trasforma ogni volta di più in un gioco simile allo stupro e con componenti di terrore psicologico. Il tutto finisce con il pianto e lui che mi consola con tenerezza. Nella vita di coppia c'è rispetto reciproco e molta attenzione verso i bisogni e i sentimenti dell'altro. E' importante premettere che ho avuto un trascorso di abuso ripetuto da parte del compagno di mia madre dopo la morte di mio padre (verso i 12 anni), ma non è mai stato violento (e non è sfociato nel rapporto sessuale, solo toccate). Io ora studio psicologia e vivo con una coinquilina da qualche anno. Ciò che volevo sapere è se questo mio comportamento può ritenersi un ingrediente in più in una vita sessuale sana o se è patologico e devo prendere provvedimenti. Grazie per l'attenzione.

Cara Sara, mi rendo conto dal racconto esposto. Come molti altri studenti universitari che ho avuto modo di ascoltare durante le lezioni e gli esami, molti si sono iscritti a psicologia per risolvere i propri problemi, più che fare una professione che è anche una missione umanitaria e sociale atta ad aiutare chi soffre di disturbi psicologici. L'abuso subito ha creato delle problematiche che se non è già stato fatto, sono da risolvere attraverso una psicoterapia individuale. Per quanto riguarda il gioco sessuale sopra esposto si tratta della Parafilia descritta come Sadismo Sessuale, quindi consiglio di non trascurare l'ipotesi di sottoporsi a psicoterapia con un sessuologo che può aiutarvi, sia individualmente sia come coppia, nella vostra relazione. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 29/05/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

News Letters

0
condivisioni