Pubblicità

Masturbazione (106331)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 48 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gianluca 37

Buonasera, sono Gianluca, ho 37 anni ed una vita travagliata a causa di un problema legato alla masturbazione. Dopo l'atto, che avviene ripetutamente e protratto nel tempo, anche 2-3 giorni, mi sento male fisicamente e mentalmente. Si modificano i tratti somatici, gli occhi sono spenti, mi sento debole, esausto, sento dolori ai muscoli delle gambe e delle braccia, non riesco a concentrarmi, ho un ansia molto forte, faccio fatica a seguire un programma in televisione, a leggere, non ho più appetito. In più, non riesco più a parlare, neanche con le persone più vicine, non riesco ad uscire dalla porta della mia stanza. Tutto questo dura un paio di mesi, nei quali devo astenermi dalla masturbazione. Comincio a sentirmi meglio poi ricado nella stessa cosa e devo aspettare. Questo dura da almeno una quindicina d'anni, durante i quali ho provato qualsiasi cura farmacologica e psicoterapeutica. Sono rimasto senza ragazza, senza amici, senza lavoro. Cosa succede? Per il recupero fisico ho provato con iniezioni di B12 e ferro, senza risultati. Esiste un sistema per recuperare fisicamente al più presto? Esiste una soluzione a questo problema? Grazie

Caro Gianluca, dal tuo racconto pare che si tratti di un disturbo psicologico che si avvicina molto al disturbo ossessivo compulsivo, quindi l'aiuto che puoi ricevere lo trovi sottoponendoti a psicoterapia. Dal racconto si evince che già hai provato sia la farmacologica sia la psicoterapia, probabilmente non era il terapeuta giusto quindi consiglio di riprovare e non arrendersi, solo così si può trovare la soluzione al problema che incide notevolmente anche sul piano fisico.

(risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 24/09/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Pensiero

I disturbi della forma e i disturbi del contenuto del pensiero Il pensiero è la funzione psichica complessa che permette la valutazione della realt&agra...

Cervelletto

Il cervelletto è una delle strutture più grandi del sistema nervoso, circa 1/3 dell'intero volume intracranico ed è presente in tutti i vertebrati. Anatomica...

Idrofobia

L'idrofobia, chiamata anche in alcuni casi talassofobia, è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata per i liquidi, in particolare dell’acq...

News Letters

0
condivisioni