Pubblicità

masturbazione (43817)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 173 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

anonimo (27.9.2001)

Il mio problema principale, e da come vedo su questo sito è comune a molti, soffro innanzitutto di timidezza, difficoltà di socializzazione sopratutto con le ragazze, non ho per niente stima di me stesso, molto spesso vorrei "sparire", insomma sono felice solo quando dormo, e mi masturbo (due o tre volte la settimana)ciò mi da molto fastidio e mi crea parecchi conflitti interni, ma quando mi sale il pensiero quasi sempre non riesco a sopprimerlo e dopo l'orgasmo mi sento frustrato. Potete dirmi il perchè di questo e se c'è qualcosa che può rimediare almeno a questo problema?
Grazie

P>

Gentile anonimo, non ho ben compreso a quale problema si riferisce al termine della lettera, a quello della frustrazione dopo la masturbazione, o a quello della timidezza. In ogni caso, come lei stesso ha colto, la sua problematica è comune a molte persone. Non so la sua età, nè ha fatto riferimenti al suo contesto, credo sarebbe utile partecipare a gruppi psicoterapeutici, che danno l'opportunità di confrontarsi con persone che hanno più o meno le stesse problematiche. Ogni membro del gruppo può portare la propria esperienza, raccontare le sue difficoltà, che diventano una risorsa per il gruppo, e oltretutto ci si avvantaggia del sostegno degli altri, con i quali si condivide lo stesso problema. Si sperimenta inannzitutto un senso di appartenenza e non di solitudine.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti co...

News Letters

0
condivisioni