Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

masturbazione (49323)

on . Postato in Sessualità | Letto 7 volte

Maura,21anni (6.4.2002)

Sto insieme al mio fidanzato da due anni e dieci mesi,non facciamo l'amore ma comunque ci conosciamo già abbastanza approfonditamente per quanto riguarda il sesso e ci amiamo.Non voglio andare ancora a letto con lui perchè ho troppa paura(sono vergine)e poi se dovesse succedere qualcosa di spiacevole i miei mi ammazzerebbero...Ho un problema,anche se io e lui quando abbiamo la possibilità di 'stare insieme'siamo soddisfatti,io non riesco a smettere di masturbarmi,come se non avessi un ragazzo con cui sto da quasi tre anni e questo mi fa sentire in colpa con lui...e poi mentre lo faccio non penso a lui e anzi mi immagino circostanze abbastanza perverse che poi con lui non riesco a mettere in pratica,mi sento come trattenuta;secondo voi ho qualche problema psicologico?è una cosa normale masturbarsi con frequenza quando si sta con un ragazzo e si è soddisfatti?mi sento un verme,questa cosa mi fa sentire tremendamente in colpa...cosa dice la psicologia a proposito?E non solo questo,mi capita spesso di non riuscire ad addormentarmi la notte,resto sveglia fino a tardi,o perchè ho tanti cattivi pensieri per la testa o perchè anche se è infantile,lo so,a volte ho proprio paura del buio,vedo strane ombre,sento mani che mi sfiorano,insomma,anche in questi casi per addormentarmi inizio a masturbarmi nervosamente e poi riesco a dormire...altre volte lo faccio indipendentemente dal fatto che non riesco a dormire,quasi per conciliare il sonno...mi sento uno schifo..aiutatemi...e questo succedeva pure prima di stare col mio attuale fidanzato... cordiali saluti grazie.

Cara Maura, (21 anni) , il problema che ti fai a proposito di masturbazione non dovrebbe angustiarti oltre un certo limite. Non viverlo assolutamente come un tradimento per il tuo ragazzo, ritengo che un giorno - vivendo assieme e esprimendo il vostro amore in maniera completa, senza più paura di essere "ammazzata"...- la cosa si ridimensionerà spontaneamente. Quanto all'immaginario sessuale (= quelle fantasie che ti éccitano) non pensare assolutamente che siano "perverse" solo perché non ricàlcano la posizione creduta normale di fare l'amore (lui sopra e lei sotto): in realtà in amore tutto é lecito purché condiviso e liberamente acconsentito (esclusa cioé la violenza). Sii più serena e accetta tutto quanto é naturale , spontaneo , condiviso o condivisibile. Auguri.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

News Letters