Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Masturbazione del marito (120057)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Anna 45

Vi scrivo per avere un consiglio oggettivo, in quanto non riesco più a capire nulla del mio matrimonio e non so a chi parlarne. Mi sono sposata due anni fa con mio marito, uomo più grande di 20 anni. Un amore intenso, almeno all'inizio. Da circa un anno mio marito ha iniziato a cercarmi poco sessualmente, tutto da attribuire allo stress lavorativo, ma poi ho notato (prima casualmente e poi intenzionalmente) sui suoi boxer delle piccole macchie di sperma. Sapevo che prima di conoscermi praticava l'autoerotismo, ma ora non capisco proprio perchè lo faccia visto che sono molto disponibile nei suoi confronti. Non penso che mi tradisca perchè mi dice spesso che mi ama, ma ho dedotto che probabilmente in ufficio si concede piccole "pause di autoerotismo". Forse è un modo per combattere l'ansia e il nervosismo. Glie l'ho chiesto, forse in maniera sbagliata, perchè preferisce masturbarsi piuttosto che fare l'amore con sua moglie, giovane, bella e che lo desidera. Lui dice che non è vero, però non mi guarda mentre lo dice e se insisto si arrabbia moltissimo e diventa addirittura violento, perchè odia essere accusato ingiustamente. Si giustifica dell'allontanamento dicendo di essere vecchio ecc. Quando siamo insieme guarda le donne solo per criticarle negativamente e, quindi, non sembra interessato ad altre donne. Probabilmente preferisce la masturbazione perchè gli procura un piacere immediato, mentre quando facciamo l'amore fa quasi fatica ad arrivare all'orgasmo, se non dopo qualche pausa. Provo a giustificarlo, ma sinceramente non posso parlargli di questi argomenti perchè si arrabbia subito. Se ne vergogna? Lo so, l'autoerotismo è parte intima di ciascuno di noi e come sfera intima deve essere rispettata, ma perchè non ne vuole parlare? Pian piano questa sua chiusura mi fa allontanare, inizio ad odiarlo perchè ho la sensazione che mi stia nascondendo qualcosa ed è inconcepibile in una coppia, magari è anche la differenza di età, ma non so più cosa pensare dell'uomo che inventa scuse quando mi avvicino e dopo a lavoro si masturba! Farei meglio ad allontanarmi e non chiedere più nulla? Mi dia Lei un consiglio.

Cara Anna, dal racconto si evince che ci può esser un disturbo di anorgasmia specialmente quando viene fatto rapporto di coppia e, certamente, trova piacere solo con la masturbazione poichè non deve dimostrare la sua difficoltà nella prestazione sessuale. Questo avviene spesso quando nella coppia l'uomo è più anziano e la masturbazione è l'atto che lo fa sentire ancora attivo. Come consiglio che posso darti, se veramente esistono ancora l'amore e la complicità di coppia, è quello di consultare un sessuologo che, con esercizi mirati, può farvi ritrovare l'equilibrio sessuale. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 13/06/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

News Letters