Pubblicità

Matrimonio (127942)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 42 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Eleonora 34

Mi chiamo Eleonora, ho 34 anni e tra sette  mesi mi sposo, o per lo meno pensavo. Il mio fidanzato (da 10 anni fidanzati), sempre presente e pieno di attezione, dopo alcune volte che non riuscivamo a fare l'amore mi dice che ha paura di questo matrimonio, è confuso, ha troppi problemi, come la casa da finire. Mi dice che non riesca a capire cosa sente, non sa più se è la cosa giusta sposarsi. Più si avvicina il giorno del matrimonio e più ha paura, la mia vita è distrutta, cosa devo fare per far passare questo dolore e cosa posso dirgli? Mi ha detto di dargli qualche giorno, gli ho dato la nostra fedina e mi ha risposto che non ci stiamo lasciando e ha bisogno solo di pensare.

Cara Eleonora, a volte gli uomini esprimono i loro problemi proprio con la sessualità. Il mal funzionamento a letto è sovente spia di un disagio. Questo è capitato al tuo fidanzato, il quale, forse proprio perché costretto a spiegare la sua difficoltà, ha ammesso i suoi dubbi. Capisco la tua sofferenza, ma è meglio che il problema sia emerso ora, piuttosto che dopo il matrimonio. Vi converrebbe andare da uno psicoterapeuta della coppia al fine di chiarire l’entità del problema e capire se la paura del tuo compagno sia o meno motivata. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Mina Rienzo)


Pubblicato in data 09/12/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

News Letters

0
condivisioni