Pubblicità

Matrimonio (130672)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 18 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Angelo 44

Spettabili dottori, sicuramente vi trovate ogni giorno a dare una risposta sui matrimoni in crisi, ma vado al dunque. Sono sposato da circa dodici anni con una ragazza  che mi ha regalato tre spledidi bambini hai quali sono legatissimo. Da circa nove anni dopo la nascita del primogenito e conseguentemente dopo la nascita dei due gemelli la mia signora non ha piu provato interesse per me; mi sono detto : " è normale ci sono prima i figli" ma non e stato cosi, vari litigi e minacce di separazione hanno costellato costantemente il nostro cammino matrimoniale. Tengo a precisare che sono un militare delle forze dell' ordine  e seguo una turnazione di sei ore giornaliere;  e il resto della giornata lo passo in famiglia dando una mano nelle faccende domestiche e aiutando i figli nelle proprie esigenze. Anche lei lavora, in ufficio, dalle nove alle tredici e dalle quindici alle diciannove tutti i giorni tranne il sabato e la domenica. Sono  diversi anni oramai che non condividiamo piu lo stesso letto e conseguentemente non c'è più nessun rapporto sessuale tra di noi. Ho provato diverse volte ad avvicinarmi avendo sempre e soltanto un risposta negativa: ho cercato di parlare con lei di questo ma senza avere alcuna risposta, se non una giustificazione vaga. Sono stanco di tutto questo, mi sento di essere e sono una brava persona, non ho vizi  o fantasie particolari e cerco di essere sempre attento a tutto, ma fino ad oggi non e servito a niente. Gli ho chisto di andare da un amico pscicologo insieme anche solo per parlare, ma la risposta e stata negativa. Ora mi trovo ad un bivio cosa fare mandare tutto per aria facendo soffrire i bambini oppure rimanere nella mia gabbia  facendo svanire quel poco di gioventù che mi e rimasta? Aiutatemi voi datemi una risposta non voglio essere responsabile del dolore di persone a me care.

Caro Angelo, dal quesito posto risulta che prima di essere un problema sessuale si tratta di uno relazionale e di coppia. Dal racconto si evince che i problemi sono nati con la nascita del primo figlio, la domanda che sorge spontanea: ambedue desideravate il figlio? Ha avuto una depressione post partum non curata? La sessualità è scomparsa da molto tempo nella coppia infatti non dormite più insieme il che significa che anche gli affetti sono compromessi. Il consiglio che posso darti, sempre se la compagna lo vuole è di consultare uno psicologo psicoterapeuta della coppia per valutare quale è il grado di unione, se ciò non avviene io sostego che per la buona salute dei figli e non solo è meglio una separazione con affidamento congiunto che il voler stare insieme sacrificando tutto e tutti. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)


Pubblicato in data 05/02/09

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

News Letters

0
condivisioni