Pubblicità

Molestie ragazzo 12 anni verso bambini (161973)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 75 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Francesca, 40

 

Gentile Dottore,
salve, il figlio di un amico che ha 12 anni è stato per un periodo ospite a casa nostra e mi sono accorta che toccava le parti intime di mio figlio di 6 anni.
Mio figlio non ha capito che veniva "molestato" e l'ha presa come uno scherzo. Quando mi sono accorta di quanto stava accadendo ho detto qualcosa al ragazzino più grande e visto che la sua famiglia era in un periodo difficile ho pensato di non dire nulla e di valutare il da farsi in futuro. Adesso ho visto di nuovo questo ragazzino fare la stessa cosa con un'amichetta di 7 anni, l'ha presa in braccio e guardandosi attorno per essere sicuro di non essere visto le ha toccato le parti intime...
Non so come affrontare la situazione, potete darmi un parere sul comportamento di questo ragazzino, è un atteggiamento grave? o può far parte di un atteggiamento passeggero del quale lui non capisce la gravità?
Vi ringrazio per l'aiuto.

Cara Francesca,
ciò che descrivi ai miei tempi si chiamava giocare a dottori e quando gli adulti ci scoprivano succedeva il finimondo, questo per sottolineare che certe cose, anche se sono da valutare sono sempre state fatte.
Il ragazzino di 12 anni è in pieno sviluppo e credo, visto che sia la famiglia sia la scuola siano assenti in tematiche sulla sessualità necessita di un educazione didattica.
O cerchi di spiegargli, in parole semplici la sessualità, o parlarne con insegnanti di classe che con lo psicologo scolastico possono spiegarli ciò che lui stà facendo.
Non si tratta di pedofilia visto la giovane età, ma è meglio prevenire che curare.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Sergio Pugelli)

Pubblicato in data 24/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

News Letters

0
condivisioni