Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Non aver voglia di fare l'amore (112838)

on . Postato in Sessualità | Letto 6 volte

Marta 25

Gentile Dottore, ho 25 anni e il mio ragazzo ne ha 24, siamo insieme da più di sei anni e conviviamo da due. Il mio problema è che da circa un anno e mezzo, lui vuole fare l'amore con me, ma io non ne ho voglia... non riesco ad eccitarmi e preferisco stare a letto a farci le coccole. Io lo amo e la nostra storia va benissimo, a parte questa mia "pigrizia" sessuale. Ogni volta che lui "ci prova" io gli dico sempre la verità, cioè che non mi va. A me dispiace tanto per lui, perchè so che ne ha bisogno... Non so che fare, io "voglio" farmi tornare la voglia, ma non ci riesco! E credo che non avrei voglia nemmeno con un altro ragazzo, anche perchè sono innamoratissima del mio! Tra l'altro lo considero un bel ragazzo quindi fisicamente mi attira. Se può servire, ho vissuto un po' di drammi e stress familiari negli ultimi quattro anni. Personalmente mi sono ritrovata sommersa da nuove responsabilità e preoccupazioni, a cui sinceramente ho fatto fronte con successo e volontà, ma anche con molta, molta stanchezza (nel 2005 ho subito la perdita della figura paterna, lavoro in un'azienda che mi assorbe anche per 12 ore al giorno e in cui lavora anche il mio ragazzo, convivo e mi gestisco le mie spese e necessità in completa autonomia e responsabilità). Oltretutto, il mio ragazzo mi ha aiutato enormemente in questo percorso. So solo che mi sento molto stanca, stanca fisicamente e psicologicamente, che vorrei, ma preferisco fare altro, ho sempre "altro" da fare, tra impegni, tempo (poco) da dedicare a me stessa, lavoro, riposare... Sono veramente triste e preoccupata, non voglio nè perderlo nè restare in questa situazione che non mi riesco a spiegare. Può essere una conseguenza di aspetti fisiologici, tipo ormonale? Grazie fin da ora.

Cara Marta, è indubbio che in una giovane coppia la sessualità solitamente occupa una parte importante. Contrariamente, però, a quel che si pensa non avviene come una specie di esplosione automatica di istinti irrefrenabili, ma prevede tempi e atmosfere estremamente particolari. Non è casuale che la seduzione viene visualizzata in tv o al cinema con lumi di candela, cibi afrodisiaci, sguardi, musica ecc. Quasi a simbolizzare che il lasciarsi andare non è una cosa facile ed è soprattutto un fatto mentale. La tua mente è probabilmente invasa da scatoloni frastornanti e ingombranti che vengono da pensieri inelaborati, che non rendono agevole lo stacco. Il tuo compagno è diventato in questo momento la tana, la nicchia in cui rifugiarsi e sentirsi protetti e ha smesso quindi di essere la fonte di eccitazione e trasgressione. E' un periodo. Vivilo e affrontalo con serenità e soprattutto cerca di evitare di caricarti con intuli sovrastrutture. Non esiste un manuale della vita sessuale di coppia, ma la capacità di accogliere quello che capita. Incomincia col divertirti un pò di più e col prendere le cose con maggiore superficialità.

(risponde la Dott.ssa Lucia Daniela Bosa)

Pubblicato in data 14/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Autismo

La sindrome fu identificata nel 1943 dallo Psichiatra inglese Leo Kanner, il quale notò che alcuni bambini presentavano un comportamento patologico che esulava ...

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa ...

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

News Letters