Pubblicità

Non mi sento più la stessa (132447)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 23 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Luna 31

Salve, sono sposata da 5 anni e da un po' di mesi mio marito alla sera è troppo stanco per avere rapporti e alla mattina io non ho voglia. Questo suo essere troppo stanco è dovuto non solo allo stress del lavoro ma secondo me e' anche dalle ore che perde davanti al pc per guardare cavolate su internet, tipo: macchine, moto, barche, ecc., e dopo che alzo la voce per un bel quarto d'ora allora spegne il computer, ma è incavolato con me! Io non capisco se è colpa mia, se non lo attraggo più, o cosa ci sia! Un'altra donna non c'è l'ha perchè non esce mai di casa se non con me, non per costrizione mia, anzi, è lui che non si sente a suo agio se non ha vicino me! Mi ritrovo ad avere 31 anni, di lavorare dalla mattina alla sera, di tornare a casa e di buttarmi sui fornelli per preparare la cena, e, mentre lavo i piatti lui è davanti al pc, poi si accende la TV e si finisce con il dormire e non con il dialogare. Lavoro, lavoro, cucino e dormo! Che schifezza! Penso di non essere una brutta donna in quanto senza vantarmi, ricevo molto spesso complimenti e proposte da vari uomini, non sono né una donna fragile, né facile che cade in queste tentazioni. Però mmi chiedo perchè mio marito, che ha al suo fianco una donna come me, non mi apprezza tanto? Perchè evita di avere rapporti? Lui dice di non farcela proprio fisicament, ma cavoli ha 35 anni non 80! Cosa ne pensate?

Cara Luna, l'età non centra anzi ci sono ottantenni che ancora fanno all'amore meglio dei ventenni, chiusa questa parentesi dal racconto si evince che c'è la mancanza di desiderio. Questo disturbo può essere alimentato sia dallo stress sia dal pc poichè quest'ultimo spesso crea dipendenza. Secondo il mio parere prima dovete chiarirvi fra voi due e cercare di attuare almeno una volta la settimana un incontro tralasciando lavoro, casa e quant'altro, ma dedicarvi il tempo avoi come coppia. Se dovesse perdurare le difficoltà sopracitate vi consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo che possa con tecniche appropriate farvi ritrovare il desiderio smarrito. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli )

Pubblicato in data 24/03/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessualità per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

News Letters

0
condivisioni