Pubblicità

Non prova più il piacere di prima (10093)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 20 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Preoccupata 22

Gentile dottore, il "problema" di cui le parlo non è mio ma del mio ragazzo. Abbiamo entrambi 23 anni, siamo insieme da 5 e abbiamo imparato molte cose assieme. Quest'ultimo anno ha portato molti cambiamenti perché siamo lontani e lui vive da solo lontano da casa. Ed è più o meno da quando sono cominciati questi cambiamenti che lui non sente più il piacere di prima. Questo succede sia nella masturbazione, dice che non ha voglia di farlo perché non lo soddisfa e non pensa neanche a ragazze che vede per strada perché tanto alla fine sarebbe solo piacere fisico ed è quello che gli è diminuito, sia quando sta con me, anche se dice che comunque è la cosa che più gli dà piacere perché è una possibilità realistica e fisicamente e mentalmente più coinvolgente, però prova meno piacere di una volta. Vorrei aggiungere che la nostra intimità spesso non è del tutto serena, ad esempio per la presenza dei genitori in casa, e quindi spesso non ci sono le condizioni ottimali, per questo siamo più tesi e lui ha la sensazione di poter perdere il controllo di quello che fa, e se questo succede non riesce a provare piacere perché è come se gli sfuggisse. Ultimamente si è fissato su questa cosa perciò parte già preoccupato concentrandosi solo su quanto riesce a controllarsi,se l'è fatto diventare un problema e non vive più serenamente quei momenti. La domanda è: sono tutti i cambiamenti che abbiamo vissuti, sommati alle difficoltà precedenti, che gli hanno fatto diminuire il piacere e di conseguenza il desiderio?? Esiste una maniera di risolvere il problema? Grazie

Salve, purtroppo non riesco a capire esattamente a che cosa sia legato il piacere per lei e il suo ragazzo, se riguarda la fase dell'eccitazione e quindi l'erezione del suo ragazzo oppure la fase dell'orgasmo che è quella legata appunto al piacere. Per quanto riguarda invece il desiderio, questo riguarda la fase iniziale cioè quindi la voglia di avere rapporti che stimola la vostra libido appunto, allora dopo aver capito tutto ciò, la risposta è che una volta individuato il problema tutto si può risolvere, insieme al suo ragazzo e con l'aiuto di un terapeuta sessuale qualora fosse necessario. Di sicuro i problemi di cui mi parla possono influire sulla vostra sfera sessuale, ma potrebbe essere solo un momento che passerà.

(risponde la Dott.ssa Benedetta Mattei)

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano sessualità di per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters

0
condivisioni