Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Non riesco più a vivere tranquilla (000755)

on . Postato in Sessualità | Letto 7 volte

Carla, 23 anni

Salve, sono una ragazza che studia, ho una famiglia numerosa siamo in 5 ma le mie sorelle sono grandi sposate con figli. Vi scrivo per sfogarmi, ho due pesi che gravano nel mio cuore da molto tempo, e questo non mi fà avere un rapporto tranquillo con gli altri sopratutto con gli uomini: all'età di 5-6 anni subivo delle avance......dall'amico di mio padre, non lo sà nessuno è la prima volta che lo dico(o meglio lo scrivo) a qualcuno, questi episodi mi ritornano alla mente periodicamente e non mi fanno dormire; da grande ho subito anche delle "proposte" da un'altra persona che non doveva farmele, questo mi porta a non avere alcun rapporto, intendo intimo, con gli uomini.
Da qualche tempo ho pure pensato di farla finita, ma non ho questo coraggio, vorrei parlarne con qualcuno ma non so chi, come posso fare, tutti mi conoscono come una ragazza felice e spensierata, ma è solo una facciata, ho pensato di confidarmi col prete della mia parrocchia ma ho paura che possa parlare.....non so che fare datemi un suggerimento! Grazie

Cara Carla, è proprio comunicandoli che gli eventi dolorosi possono eventualmente essere superati nella loro parte traumatica. La visibilità di quanto è successo riesce infatti , connotando della giusta drammaticità le situazioni, ad emancipare chi ha subito "il torto" dall'umiliazione dell'abuso e dal vuoto del sentirsi "solo" nel dispiacere.
Non parlandone rischi una sedimentazione pericolosa ed il ristagno di emozioni angoscianti. Contatta al più presto un valido psicoterapeuta e cerca di superare il problema. Ricordati comunque che una tendenza, nell'interpretazione, è la generalizzazione e la proiezione del disagio sulle esperienze successive; è proprio questo che non devi assolutamente fare.
Inoltre la convinzione che tutti gli uomini siano "maniaci" porta a non riconoscere chi non lo è, navigando in un mare di lesiva confusione, che porta ad accettare relazioni "maniacali" e a non riconoscere quelle sane.

( risponde la dott.ssa Lucia Daniela Bosa )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di dipendenze e abusi per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Cyberbullismo

Il termine cyberbullismo, o bullismo on-line, indica una nuova forma di bullismo e di molestia che avviene tramite l’uso delle nuove tecnologie: e-mail, blog, c...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters