Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Non riesco più a vivere tranquilla (000755)

on . Postato in Sessualità | Letto 11 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Carla, 23 anni

Salve, sono una ragazza che studia, ho una famiglia numerosa siamo in 5 ma le mie sorelle sono grandi sposate con figli. Vi scrivo per sfogarmi, ho due pesi che gravano nel mio cuore da molto tempo, e questo non mi fà avere un rapporto tranquillo con gli altri sopratutto con gli uomini: all'età di 5-6 anni subivo delle avance......dall'amico di mio padre, non lo sà nessuno è la prima volta che lo dico(o meglio lo scrivo) a qualcuno, questi episodi mi ritornano alla mente periodicamente e non mi fanno dormire; da grande ho subito anche delle "proposte" da un'altra persona che non doveva farmele, questo mi porta a non avere alcun rapporto, intendo intimo, con gli uomini.
Da qualche tempo ho pure pensato di farla finita, ma non ho questo coraggio, vorrei parlarne con qualcuno ma non so chi, come posso fare, tutti mi conoscono come una ragazza felice e spensierata, ma è solo una facciata, ho pensato di confidarmi col prete della mia parrocchia ma ho paura che possa parlare.....non so che fare datemi un suggerimento! Grazie

Cara Carla, è proprio comunicandoli che gli eventi dolorosi possono eventualmente essere superati nella loro parte traumatica. La visibilità di quanto è successo riesce infatti , connotando della giusta drammaticità le situazioni, ad emancipare chi ha subito "il torto" dall'umiliazione dell'abuso e dal vuoto del sentirsi "solo" nel dispiacere.
Non parlandone rischi una sedimentazione pericolosa ed il ristagno di emozioni angoscianti. Contatta al più presto un valido psicoterapeuta e cerca di superare il problema. Ricordati comunque che una tendenza, nell'interpretazione, è la generalizzazione e la proiezione del disagio sulle esperienze successive; è proprio questo che non devi assolutamente fare.
Inoltre la convinzione che tutti gli uomini siano "maniaci" porta a non riconoscere chi non lo è, navigando in un mare di lesiva confusione, che porta ad accettare relazioni "maniacali" e a non riconoscere quelle sane.

( risponde la dott.ssa Lucia Daniela Bosa )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di dipendenze e abusi per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters