Pubblicità

Omosessualità (062558)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 39 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Maria 34 anni, 03.03.2003

Mi sono innamorata profondamente di una persona del mio stesso sesso, circa due anni fa. Insieme non abbiamo avuto il coraggio di andare fino in fondo e subito dopo è arrivata la paura.
Io e lei non ci siamo più incontrate. Io ho avuto molte relazioni con uomini, mai relazioni sessuali con donne. Però una certa gioia non sono mai riuscita a sentirla con unomini...non mi sono mai sentita "completa" con essi.
Viceversa questa volta in un attimo ho sentito che era tutto ciò che cercavo. Ora è tutto finito ed io sono rimasta bloccata perchè vorrei fare questa esperienza ma non ci riesco senza amore e in più mi sento molto in colpa. La mia domanda è se l'omosessualità è un vizio o non so..una variante?

Cara Maria, la sessualità è un linguaggio con le sue regole e le sue complessità; occorre prendere con serenità quel che ci succede , perciò, capendo che le sfaccettature possono essere tante ed è inutile esagerare nei toni emotivi.
La tua esperienza può sembrare scioccante, ma deve essere considerata semplicemente uno stimolo alla riflessione e all'abbandono soprattutto di inutili inibizioni e sensi di colpa.
L'amore è un'altra cosa; nasce giorno per giorno e deve essre il frutto adeguato di una simbiosi con un'altra persona veramente unica e non solo speciale. La migliore soluzione di vita è il raggiungimento, sicuramente, di una relazione in cui sesso e sentimento si coniugano armonicamente.
Quando questo piccolo miracolo si realizza bisognerebbe soffermarsi sul valore della relazione stessa, senza richiudersi in circospette considerazioni.
L'omosessualità non è un "vizio" nè una "variante", è un modo di vivere la relazione amorosa. Pensa pertanto più semplicemente che il tuo può essere un orientamento diverso dal solito, a cui reagire esplorando un nuovo modo di vivere , oppure cercando l'origine remota ed inconscia di questa scelta.
Puoi cioè scegliere di intraprendere una psicoterapia del profondo che ti faccia prendere contatto con le parti rimosse di te stessa, oppure vivere con semplicità quel che ti sta capitando, accettando che la felicità spesso non si trova dove noi crediamo convenzionalmente debba essere.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

News Letters

0
condivisioni