Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Omosessualità (111411)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 19 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Enrico 19

Da parecchi anni soffro a causa della mia sessualità, mi sento inutile e spesso medito di suicidarmi. Di recente ho provato un rapporto omosessuale con un uomo, mentre lo facevo provavo disgusto e indifferenza e poi un senso di colpa terribile per averlo fatto. Fin da bambino cercavo delle figure maschili di riferimento, che potessero compensare il mio desiderio di affetto che mai trovavo nei miei genitori. Ho un padre debole e una madre molto severa che spesso mi ha fatto soffrire. Sono sempre stato deriso dagli altri per le mie deformità fisiche e tuttora ci soffro. Dall'età di 13 anni provo forte eccitazione nel vedere o pensare a uomini nudi e questo comporta un grande disagio. Sono confuso, da un lato vorrei avere la ragazza ma non provo attrazione fisica per le donne, dall'altra eccitarmi di fronte agli uomini non mi fa stare bene con me stesso alla lunga, anche se continuamente cerco di vedere uomini nudi per provare piacere. In realtà provo attrazione solo per uomini dotati fisicamente e tale sentimento e accompagnato da un senso di inferiorità. Non sono bello fisicamente, soffro nell'avere un pene piccolo rispetto agli altri in quanto straniero. Rifuggo le amicizie profonde, perchè di solito finisco per amare i ragazzi da cui mi sento capito o accettato come amico. Sono solo e ho paura di parlarne con qualcuno, è possibile imparare a provare attrazione per le donne?Sono omosessuale?Purtroppo non posso andare dallo psicologo perchè non ho soldi e non so a chi rivolgermi. Vi sarei grato se mi rispondeste.

Caro Enrico, io credo che tutti i sensi di colpa che ti assalgono quando fai delle fantasie con gli uomini per eccitarti sessualmente, o in occasione di rapporti sessuali con persone del tuo stesso sesso, siano dovuti principalmente al fatto che tu possa avere un'idea dell'omosessualità come una cosa sporca, malata. Non credo che, se una persona è omosessuale, possa imparare ad essere attratto dalle donne... andrebbe contro la sua natura, e probabilmente soffrirebbe ancora di più. Mi rendo conto che l'omosessualità non è una condizione semplice da accettare in questa società, ma la colpa di tutto ciò è dei pregiudizi di cui la maggior parte delle persone sono piene. Essere omosessuali è una condizione umana, esattamente come l'essere eterosessuali, e cercare di accettare ciò che si è, è la cosa migliore che si possa fare. Credo che troveresti molto giovamento da un percorso di psicoterapia; se non hai il denaro necessario per intraprenderne uno con un professionista che esercita privatamente, puoi rivolgerti al consultorio o all'ospedale della tua città, dove potranno offrirti l'aiuto di uno psicoterapeuta gratuitamente, o ad un prezzo molto basso. Supera la tua paura di parlarne, vedrai che chiedere aiuto ti farà stare meglio. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 27/11/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters

0
condivisioni