Pubblicità

Omosessualità (120544)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 35 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alice 25

Gentile Signore/ra, sono una ragazza di 25 anni e non sono mai stata seriamente innamorata di un ragazzo. La mia vita familiare è tranquilla. Sto terminando gli studi universitari, e ho diversi amici sinceri; è da dire che i migliori rapporti di amicizia li ho avuti e li ho tutt'ora con ragazzi (spesso all'inizio innamorati di me). Non che non sia capace di averne di femminili, ma, diciamo che l'ultimo rapporto fortissimo che ho avuto con una ragazza è finito tre anni fa catastroficamente, perchè non riuscivo ad accettare che lei fosse tornata col suo ex fidanzato che le era stato infedele. La mia scarsa attenzione al corteggiamento da parte dei ragazzi e la visione di bellissimi film sul tema lesbico, hanno fatto insorgere in me dei dubbi circa il mio orientamento sessuale. Ripensando poi a tutti i rapporti stretti con amiche che ho avuto nel tempo, non posso fare a meno di considerare che erano tutte ragazze che avevano un viso che mi piacesse, inoltre, le mie fantasie sessuali riguardano il continuo delle relazioni gay dei film che ho visto (imagine me and you, saving face, cuori nel deserto). Confidando nel suo tempo prezioso, cordialmente. Alice.

Cara Alice, per avere ben chiaro il prorprio pensiero e capire l'identità di genere, visto che ci sono delle confusioni psicologiche e sociologiche, prima di definirti lesbica, che non è una malattia, consiglio di intraprendere una psicoterapia. Con il percorso terapeutico puoi scoprire la tua identità di genere accettandola senza drammaticità. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 18/06/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di un...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Tocofobia

Il termine tocofobia deriva dai due termini greci tocòs = parto e fobos (paura, timore). ...

News Letters

0
condivisioni