Pubblicità

Omosessualità (123585)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 42 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Max 15

Cara dottoressa, sono un ragazzo di 15 anni, so da sempre di essere omosessuale e questo mi ha sempre dato problemi per quanto riguarda l'accettazione di me stesso e di questo "problema", fino a pochi mesi fa pensavo di aver superato la fase di non-accettazione ma invece mi sbagliavo, da poco è tornato un grando senso di ansia e depressione, l'omofobia di questa società mi impedisce di vivere serenamente, ogni volta sento insulti riferiti a gay/lesbiche provo un fastidio terribile da sopportare, ho provato a non pensarci e a vivere serenamente ma nonostante molti miei amici sappaino di me, io non riesco a liberarmi dall'ansia, vorrei avere un adolescenza piuttosto serena, una vita serena tranquilla senza angoscia e depressione, questo peso sta diventando insostenibile per me e nonostante molti miei amici sappiano di me io non trovo beneficio nelle mie confessione con loro, ho sempre paura di dargli fastidio o di provocare un senso di repulsione in loro, sono solo, non ho mai avuto un ragazzo che è quello che piu mi renderebbe felice e non so a chi rivolgermi, spero le mie parole la convincano a risposdermi, la prego ho 15 anni e gia ho perso la voglia di vivere anche io ho diritto ad una vita felice. Spero mi rispondiate al piu presto, grazie.

Caro Max, il percorso che stai facendo è quello ideale, e le tue ansie le dovrai affrontare fin quando non scompariranno del tutto. Questo significa che dovrai continuare ad esprimere liberamente il tuo orientamento con le persone vicine (non è che un etero va a dire a tutti con chi va a letto, no?). Se hai bisogno di supporto certo ti consiglio una breve terapia a carattere cognitivo-comportamentale proprio per l'ansia e per la depressione che possono migliorare nei sintomi in pochi mesi di trattamento. Per il resto hai ragione, la nostra società è altamente omofobica ma non per questo si deve cedere!

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)

Pubblicato in data 07/08/08

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

News Letters

0
condivisioni