Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Omosessualità adolescenziale

on . Postato in Sessualità | Letto 9 volte

Francesco 19

Salve io sono Francesco, ho un problema molto grave: sono un omosessuale che non ha mai avuto rapporti omosessuali, perchè li ritengo disgustosi, ma ho rapporti omosessuali tramite internet, web-cam e chat. Quando un omosessuale mi dice di incontrarci io non gli rispondo perchè odio l'idea di avere rapporti omosessuali, mi disgustano, ma non riesco a capire perché virtualmente questi rapporti mi piacciono. Non ho atteggiamenti omosessuali, nella mia vita reale sono etero, in quella virtuale gay. Sono attratto dal corpo maschile adulto. Ho collegato tutto questo alla mia vita, cercando di darmi una risposta. Nella mia vita mio padre è venuto a mancare per molto tempo, ma adesso c'è. A me è mancato l'affetto di un padre, infatti sono attratto da lui e da suoi simili, sono attratto fisicamente da mio padre, si è disgustoso, anche io la penso così. Andando avanti, per soddisfare i miei desideri sessuali ho continuato a cercare uomini su internet e adesso ogni giorno parlo e chatto con queste persone. Non mi posso staccare dal pc, sembra una malattia, e sono davvero disperato. Non so come non essere gay visto che io non accetterei mai questa condizione per due motivi: il primo è che mi disgusta; il secondo è che non mi va di non essere accettato dalla società. Comunque io non acceterei mai l'omosessualità ma tutto questo mi sta causano molti problemi. Non voglio andare da psicologi, mi sentirei ancora peggio. Quindi lasciamo perdere l'ipotesi dei psicologi, l'unica soluzione, secondo me, è quella di avere un rapporto etero in modo da dimenticare. E' già successo e non pensavo più a chattare ed altro. Voi cosa mi consigliate? Grazie mille in anticipo. Spero che il vostro consiglio possa aiutarmi a "guarire".

Caro Francesco, essere omosessuale non è un problema grave come lo definisci tu, ma un orientamento sessuale che la persona che si riconosce in ciò esercita. Devi sapere che l'omosessualità è latente in tutti noi, proprio come tutti gli anticorpi che sono utili per la nostra sopravvivenza. La storia che hai raccontato lascia il dubbio se esiste in te la convinzione dell'omosessualità o eterosessualità, e non basta navigare su internet per determinarlo. Consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta psicodinamico che possa aiutarti a vedere nel tuo interiore e riflettere sulle domande che ti fai, dopo un percorso analitico dove non si determina l'orientamento sessuale, sarai tu a scegliere, sempre in base ad un analisi attenta e ben condotta. Auguri.

(risponde il Dott. Sergio Puggelli)

Pubblicato in data 15/05/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o nar...

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’ec...

News Letters