Pubblicità

Omosessualità - bisessualità (112541)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 25 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Paolo 45

Ho 45 anni e credo sia un pò tardino per chiedervi aiuto. Ho perso mio padre quando avevo otto anni e sono stato cresciuto da una madre che odiava il mondo per il fatto che la 'sorte' gli avesse portato via l'uomo amato e da mia nonna che si è occupata di me e di mia sorella. All'eta' di 12-13 anni ho avuto dei rapporti sessuali con mio cugino (mio coetaneo), la cosa non mi esaltava molto, ma non nascondo che tutto sommato fu piacevole anche perchè le donne mi spaventavano un pò, ma comunque le desideravo moltissimo e spesso di nascosto guardavo le amiche di mia sorella che venivano a stuadiare a casa o per uscire. Ben presto i rapporti con mio cugino cessarono e la mia attenzione si rafforzò verso le donne, ma a causa di complessi anche per le dimensioni del mio pene che paragonato a mio cugino erano un pò inferiori, soffocavo nella masturbazione i miei desideri di avere rapporti con loro. Verso i 18 anni cominciai a frequentare una ragazza; ero e sono tuttora attratto dalle donne anche se non ebbi rapporti. Spesso mi ritrovavo a fantasticare situazioni erotiche in cui io passivo davo piacere ad altri uomni attivi. Poi a 27 anni conobbi Simona, con lei il sesso era fantastico, io continuavo ad avere fantasie omosessuali, ma Simona era in grado di farmi raggiungere momenti straordinari, ma poi tutto finì. Conobbi successivamente altre donne, tra le quali Roberta (a 33 anni) di cui me ne innamorai veramente tantissimo e, pur avendo anche con lei rapporti appaganti, spesso mi ritovavo a masturbarmi con fantasie nelle quali io facevo la donna con altri uomini. Va evidenziato che pur masturbandomi con fantasie in cui "faccio la donna" fantasticando anche di indossare biancheria sexy femminile, una volta raggiunto l'orgasmo provo un senso di smarrimento. Tra l'altro sono continuamente attratto dalle donne, anche al lavoro desidero moltissimo alcune mie colleghe, inoltre essendo di bell'aspetto ho riscontri positivi da loro, ma poi mi ritrovo anzichè a provarci realmente a fantasticare nuovamente in situazioni passive, mentre non provo interesse verso gli uomini in genere ma nonostante questo mi ritrovo anche sulle chat a desiderare incontri con maschi attivi e io fare il passivo. Convivo oramai da 9 anni con una donna a cui voglio molto bene, ho un buon lavoro e buone amicizie, ma nonostante tutto ho ancora queste maledette fantasie... Mi ritrovo spesso a dirmi: ma io chi sono?? Un saluto e grazie.

Caro Paolo, le esperienze sessuali precoci possono avere un ruolo rilevante nell'orientamento sessuale dell'individuo, ma non è sempre così. Da quanto scrivi, sembrerebbe che la tua sessualità ha effettivamente bisogno di essere indagata perché, anche se è vero che l'immaginario erotico va oltre l'agito e le tue fantasie sembrerebbero testimoniarlo, tu non ti limiti ad usare queste fantasie durante il momento topico ma vai a ricercare queste situazioni anche in chat. La tua ricerca compulsiva di questa forma di appagamento sembra testimoniare l'incapacità di vivere pienamente la relazione eterosessuale. Non escludo che utilizzi queste fantasie per evitare di stabilire un rapporto d'intimità con le donne, le tue relazioni eterosessuali mi sembrano tutte prive di vicinanza emotiva, se hai voglia di lavorare in questo senso puoi intraprendere una psicoterapia. Auguri.

(risponde la Dott.ssa Maria Assunta Consalvi)

Pubblicato in data 03/02/08

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

La Dislessia

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l'inizio del...

News Letters

0
condivisioni