Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

omosessualità, crisi d'identità o semplicemente ossessione (129076)

on . Postato in Sessualità | Letto 7 volte

Sergio 20

Salve. Qualche anno fà ho avuto l'esperienza di attacchi di panico che mi ha portato ad un agorafobia lieve. Ho vissuto con questo disagio per 4 anni. Questo disagio se ne andato piano piano con le mie forze. Ad aprile scorso mentre facevo lo scrutatore per l'elezioni comunali, la mia mente incomiciò ad elaborare pensieri trasgressivi verso le ragazze che venivano a votare. Erano pensieri che non riuscivo a fermare, ma poco importava. Poi la mia attenzione si diresse verso una bambina, e la mia mente incominciò a renderla protagonista di quei pensieri trasgressivi. Il fatto è che insieme ai pensieri, venivano associati degli impulsi di natura eccitante. Da quel momento la visione del mio essere, era cambiata. Ogni volta che guardavo una bambina mi eccitavo con molta paura che io potessi mai compiere un atto così squallido. Vivevo con l'ansia, perchè non riuscivo ad accettare quei sintomi e avevo tanta paura di perdere il controllo. Sono arrivato al punto che pure sentendo la voce di una bambina, riuscivo a procurarmi piacere. Tutto questo per 2 mesi. Dopo di che alla stessa maniera la cosa si spostò verso i maschi. Ora mi sento completamente un'altra persona, convivo con queste emozioni, piaceri e impulsi che prima non avevo. Non mi sento quello di un tempo, non mi sento maschio, mi sento solo "sensibilmente perverso" avendo perso la propria persona e credo che questo mi abbia portato pure ad una crisi d'identità. Tutto questo mi porta ansia...mi sembra di non riuscire più a guardarmi dentro e passo le giornate a pensare la mia immagine fisica in tutti i particolari ripetendomi "sono maschio". Arrivo quasi sempre al limite dell'esasperazione, che mi ha portato a compiere alcune azioni: farmi di cocaina per 2 settimane e di buttare soldi quotidianamente al gioco d'azzardo. Vi ringrazio tantissimo, spero troverete una risposta a ciò.

Caro Sergio, hai bisogno di aiuto e quello che possiamo offrirti tramite questo servizio è solo un’indicazione. Devi rivolgerti ad un professionista in carne ed ossa perché non è infrequente che dai pensieri ed impulsi si passi poi alla ricerca effettiva di appagamento. Ti consiglio di rivolgerti ad uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale che proprio sui pensieri e sui comportamenti può aiutarti a lavorare!

(risponde la Dott.ssa Sara Ginanneschi)


Pubblicato in data 15/12/08

Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters