Pubblicità

Omosessualità e transessualità (154035 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 48 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gi, 16

 

Gentile Dottore,
sono una ragazza di 16 anni e ormai ho capito da più di un anno che sono attratta dalle altre ragazze.
Quando l'ho capito già stavo con un ragazzo e ora, circa un anno e mezzo dopo stiamo ancora insieme. L'unico problema è che con il passare del tempo sembra che i ragazzi mi piacciano sempre meno invece le ragazze mi piacciano sempre di più.
Ormai l'unico ragazzo che mi attrae e con cui posso pensare di stare è il mio fidanzato. Ultimamente però, oltre al mio ragazzo, mi piace un'altra ragazza.
C'è stato un periodo in cui io e il mio ragazzo ci eravamo lasciati dopo una bruttissima litigata circa un mese fa e io ero uscita con quella che mi piace e ci eravamo baciate. Poi lei si era messa con un'altra e io mi sono rimessa con il mio ragazzo. Come posso fare visto che mi piacciono tutti e due? A lui piaccio e lei vuole essere mia amica...
Altro problema: quando ero piccola i miei mi hanno educato in maniera non particolarmente femminile e ho sempre vissuto come una bambina e poi una ragazza un po' mascolina.
Il mio corpo non mi piace, ma non per i soliti motivi, semmai per il fatto che guardandomi allo specchio non mi ci vedo dentro al mio corpo. Per lo stesso motivo mi da fastidio stare nuda per troppo tempo e anche fare l'amore mi da fastidio perché certe volte spogliarmi mi mette proprio in imbarazzo.
Mi trovo molto meglio con i miei amici maschi, ho delle maniere non molto femminili ed è difficile che io mi vesta con vestiti o gonne. Anche viste tutte queste cose io non mi sento un maschio, ma neanche una femmina. Cosa sono?
Vi prego, aiuto.

Cara Gi,
Dal racconto si evince che in te esiste una forte confusione su ciò che può essere il tuo orientamento sessuale.
Si possono intravedere varie sfumature sia di omosessualità che bisessualità non certo di transessualità, questo lo percepisco da come parli del tuo corpo, uno che crede di essere un transessuale cura molto il corpo verso l'orientamento a cui si rivede.
Quindi per mettere un pò di chiarezza nella tua psiche ti consiglio di consultare uno psicoterapeuta psicodinamico che con la terapia appropriata può aiutarti a risolvere i tuoi dubbi.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 09/07/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

Gambling

Il gambling, o gioco d’azzardo patologico (GAP), è un disturbo del comportamento caratterizzato dalla continua perdita del controllo in situazioni di gioco. Ess...

News Letters

0
condivisioni